Vasto Basket, il girone di ritorno inizia con una vittoria

BCC Generazione Vincente VASTO Bk vs Quarta Caffè MD MONTERONI 76-64

Vasto: Grassi 2, Dipierro 13, Tracchi 15, Di Tizio 5, Ierbs 2, Jovancic 16, Casettari 23, Pace, Cordici, Cicchini n.e. Coach: Sergio Luise.

Monteroni: Ingrosso 2, Paiano 4, Gianluca n.e., Ianuale 11, Potì 23, Prete, Pinto 3, Mocavero 17, Calasso n.e., Martina 4. Coach: Stefano Manfreda

Tiri da 2: Vasto 20/41 – Monteroni 19-39 / Tiri da 3: Vasto 6-25 – Monteroni 4-22

Tiri liberi: Vasto 18-22 – Monteroni 14-19 / Rimbalzi: Vasto 45(14A-31D) – Monteroni 36(8A-28D)

Inizia con una vittoria il 2016 della BCC Generazione Vincente VASTO Bk nella sfida vs il Quarta Caffè MD Discount MONTERONI nella prima giornata del turno di ritorno. Nella giornata dell’Epifania c’è stato anche spazio per la solidarietà, con il lancio dei peluche al primo canestro del match (segnato dal Monteroni) con i giocatori che li hanno raccolti dal parquet e li porteranno in dono al reparto pediatria dell’ospedale San Pio da Pietrelcina di Vasto. La gara si è aperta subito bene per i padroni di casa, in vantaggio nel primo quarto per 16-14. In apertura di secondo parziale, però, il Monteroni trova il sorpasso, che suscita la reazione di Ierbs e compagni con un parziale che li porta sul +7, salvo poi tornare sul +3 con il 47-34 con cui si va negli spogliatoi per il riposo lungo che impegna i coach nei correttivi vari da mettere sul parquet per il proseguo della gara.

Al rientro in campo i vastesi, che possono contare su un Casettari in ottima forma (top scorer con 23 punti e tanta sostanza sottocanestro), provano ad allungare ma, a causa di qualche disattenzione di troppo in difesa, i pugliesi trovano il pareggio (48-48). Coach Luise prova a scuotere i suoi che tornano in campo, dopo il time out, più concentrati tanto da riescire a chiudere avanti anche il terzo quarto, 58-52. Ultimi giri di lancette ad alta intensità, con la Vasto Basket che allunga, poi si fa recuperare fino al -2 (62-60), ma a seguire riesce a piazzare il break decisivo (tripla di Jovancic e canestro di Casettari) per andare a chiudere sul 76-64 conquistando due punti d’oro per la sua classifica (8 i punti per ancora un ultimo posto in compagnia di Taranto, Mola di Bari e Valmontone, grande sorpresa di giornata con lo stop al Montegranaro raggiunto dal San Severo in testa a girone).

Una vittoria preziosa, che mantiene vive le speranze di salvezza dei biancorossi. “Siamo ancora con le spalle al muro, quindi le partite in casa sono per noi fondamentali. – commenta un soddisfatto coach Luise a fine gara – Nelle ultime tre gare i ragazzi hanno risposto positivamente prima di tutto come persone, come uomini, e poi come giocatori, perché non era semplice tirarsi su dopo una lunga serie di sconfitte.” Il suo primo anno alla guida di una prima squadra gli ha riservato un percorso forse più duro del previsto. “Sapevo che era difficile, non mi aspettavo una serie così lunga e dura di sconfitte. So che ci aspetteranno tante gare dure, ma la guardia non è stata mai abbassata. Noi ci crediamo, e tutti dobbiamo crederci nella salvezza.” La pausa del campionato consentirà ai giocatori di tirare un po’ il fiato. “Ho dato dei giorni di festa ai ragazzi perché meritavano un po’ di riposo. Non ci siamo fermati mai, abbiamo lavorato a Natale, l’ultimo dell’anno e a Capodanno martedì riprenderemo con molta più fiducia nei nostri mezzi e proveremo finalmente a vincere la prima fuori casa.

Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author