Vasto Basket perde il derby d'Abruzzo contro Pescara

Amatori Pescara vs BCC Generazione Vincente VASTO Bk 86-67

Pescara: Pepe 12, Rajola 10, Di Donato 15, Polonara 11, Timperi Marco 15, De Vincenzo 14, Di Fonzo 0, Bini 7, Timperi Matteo 0, Tagliamonte 2. Coach: Salvemini

Vasto: Dipierro 13, Tracchi 18, Di Tizio 2, Jovancic 8, Casettari 13, Grassi 6, Ierbs 1, Di Rosso ne, Pace ne, Cordici 6. Coach: Luise 

Pescara: T2 20/37(54%); T3 9/33(27%); TL 19/31(61%).

Vasto: T2 16/41(39%); T3 6/22(27%); TL 17/19(89%).

Rimbalzi: Pescara 51 (20A-31D) – Vasto 39 (11A-28D).

 

È l’Amatori Pescara ad aggiudicarsi il derby d’Abruzzo valido per la 19ª giornata del campionato di serie B, girone D. La BCC Generazione Vincente VASTO Bk interrompe così la sua striscia di successi che l’aveva portata a rialzare la testa dopo un periodo buio. Al PalaElettra i padroni di casa sono riusciti a piazzare sin da subito un parziale a loro favore, toccando il vantaggio di +15(17-2 dopo 7 minuti di gioco) già nel primo quarto e chiudendo la prima frazione di gioco sul 21-10. A nulla è servito il tentativo di rimonta degli uomini di coach Luise, arrivati fino al -6(23-17) ma poi ancora una volta in difficoltà di fronte al gioco dei pescaresi, trascinati dai soliti Pepe e Rajola. Al riposo lungo il punteggio era di 40-27 e l’Amatori, al rientro in campo, è riuscita ad incrementare ulteriormente (+27:68-41 e +23:68-45 ad inizio ultimo quarto), con la Vasto Basket che, solo nell’ultima frazione, è riuscita a scendere sotto il ventello fino all’86-67 con cui si è chiusa la gara. Pesano sulla sconfitta le percentuali non eccellenti al tiro e lo svantaggio nei confronti dei pescaresi sul numero di rimbalzi conquistati, 51 a 39, che evidenziano come la squadra di casa sia riuscita ad esprimere una maggiore compattezza sul parquet, tanto da chiudere con ben 6 uomini in doppia cifra.

È stata una partita difficile – commenta Fabio Salvatorelli, direttore sportivo biancorosso – ma sono convinto che con un approccio diverso avremmo potuto giocarcela ad armi pari. Purtroppo siamo andati sotto sin dal primo quarto, loro sono stati molto aggressivi in campo e il parziale conquistato è stato mantenuto per tutta la gara. Siamo riusciti a rifarci sotto nel secondo quarto ma è stato uno sprazzo di gioco, poi siamo tornati dietro. Una sconfitta a Pescara poteva anche starci, ma ho un po’ rammarico perché non abbiamo lottato come avremmo dovuto. Sono convinto che non c’è tutto questo divario tra noi e Pescara, ma non abbiamo avuto lo stesso atteggiamento delle ultime partite vincenti”.

Al termine della giornata la classifica del girone D, nella seconda metà verso il basso, si è ulteriormente accorciata. La squadra di coach Luise è stata raggiunta a quota 12 dal Valmontone con la coppia Martinta – Taranto che segue a 10 e il Mola che chiude a 8 punti. Davanti c’è il quartetto Porto Sant’Elpidio – Bisceglie – Giulianova – Monteroni a 16 punti. Il cammino verso la salvezza è ancora lungo e in settimana i biancorossi dovranno prepararsi al meglio per una sfida più che difficile visto che domenica prossima al PalaBCC arriverà un Montegranaro in cerca di riscatto dopo la sconfitta rimediata nella sfida con il San Severo che ha permesso ai pugliesi di salire in solitaria in vetta alla classifica.

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author