Vasto Basket, vittoria fondamentale contro Dueesse Martina

BCC Generazione Vincente VASTO Bk vs Duesse Basket Martina 68-56
Vasto: Grassi 7, Dipierro 15, Tracchi 18, Di Tizio 12, Ierbs, Jovancic 2, Casettari 13, Marino ne, Peluso ne, Cordici 1. Coach: Luise;
Martina Franca: Lombardo ne, Caroli, Cunico, Ragusa ne, Bergamin 17, Morgillo 12, D’Arrigo 7, Maritano 3, Spera 11, Marisi 6. Coach: Ciaboco.

Parziali. 1°q 10-23, 2°q 26-35, 3°q 41-45, Finale 68-56.

Vasto: T2 23/44(52%), T3 2/13(15%), TL 16/20(80%).

Martina Franca: T2 16/44(36%), T3 6/20(30%), TL 6/7(86%).

Era una sfida da vincere e vittoria è stata. Ma di certo la sfida con Martina Franca non è stata una passeggiata per la BCC Generazione Vincente VASTO Bk. Tutt’altro. I biancorossi, dopo i primi canestri del match, fanno tanta fatica ad andare a canestro e non riescono ad arginare la veemenza degli avversari, bravi a sfruttare le loro qualità sotto canestro per salire sul 23-10 con la tripla di D’Arrigo sulla sirena fine primo quarto. Nel secondo parziale, con i pugliesi al loro massimo vantaggio (+16: 15-31 dopo cinque minuti di gioco), i vastesi provano a riavvicinarsi con la rincorsa, grazie ai 7 punti di Casettari, Grassi da sotto e Di Piero dalla media distanza, per arrivare al -9 con cui si va al riposo lungo (26-35). Al rientro in campo i padroni di casa sembrano avere più coraggio e riescono a ricucire lo svantaggio fino a portarlo ad un possesso con il canestro di Luca Di Tizio servito da Grassi (38-40). Il tecnico fischiato a Morgillo dopo la sirena del terzo periodo permette alla Vasto Basket di ripartire per gli ultimi dieci minuti con Tracchi, in lunetta per il 41-45. L’inerzia del match sembra essere cambiata e la rincorsa della squadra di coach Luise trova compimento quando Dipierro sigla il sorpasso con ancora cinque minuti di gioco(51-50). Il Martina prova a rifarsi sotto, ma negli ultimi dieci minuti la difesa vastese è arcigna e lascia poco spazio all’attacco degli ospiti. L’allungo arriva con la tripla Grassi (54-52), poi la squadra di coach Ciaboco si fa prendere dal nervosismo (fallo a Spera che protesta e viene espulso) consentendo ai vastesi di incrementare il vantaggio con un 6/6 dalla linea della carità per il +8(60-52) e cronometro negli ultimi due minuti. Oltre alla vittoria c’è da pensare alla differenza canestri, per ribaltare il -3 della sfida d’andata recuperato abbondantemente con il +12(68-56), grazie all’entusiasmo dei minuti finali, anche questa seconda missione viene portata a termine.

Al termine della gara il presidente Spadaccini è sorridente ed esordisce con una battuta: “Un po’ perché ci piace soffrire, un po’ perché vogliamo far divertire il pubblico, teniamo sempre le partite in bilico. Diciamo che loro sono venuti a giocarsi questa sfida con la massima grinta. Dobbiamo recuperare ancora un po’ di tranquillità, ma ci stiamo avviando bene verso quest’ultima fase. A seguire le prossime due trasferte si giocheranno a distanza ravvicinata (giovedì ore 21 a Ortona e domenica a San Severo), però le cose non si sono messe male con un turno di ritorno di tanta sostanza (4 vittorie su 6 gare). Sono convinto che continuando a lavorare potremo raggiungere il nostro obiettivo. Credo che abbiamo ripreso tutte le nostre speranze. Ora tutti sappiamo che possiamo salvarci e, se non dovessimo riuscire ad evitare la coda finale, anche i playout secondo me saranno bellissimi. Saranno al meglio delle 5 gare e credo che vivremo dei momenti di sport molto belli a Vasto”. Nei momenti decisivi del match il pubblico del PalaBCC si è fatto sentire, spingendo i giocatori verso la vittoria. “Abbiamo cominciato a vedere nuovamente tante persone che ci seguono e si entusiasmano. Credo che restare in serie B, terzo campionato nazionale, interessi tutti e sono certo che in quest’ultimo scorcio di calendario, con ancora 5 trasferte e 4 gare interne, al PalaBCC verranno tanti sostenitori, anche quelli che normalmente preferiscono passare il pomeriggio festivo in altri svaghi”.

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author