Vasto coglie la prima vittoria nel segno di Di Tizio

Con un tiro dalla lunga distanza ed una parabola degna del miglio specialista di obici, Luca Di Tizio mette un canestro dal peso stratosfericamente elevato (direbbe Paola Ellisse) per un vantaggio di due possessi pieni (75-69) fra la BCC Vasto Bk generazione Vincente e la GoldenGas Senigallia ed un seria ipoteca sul risultato finale. Coach Luise festeggia la sua prima vittoria nell’esordio casalinga dopo una gara avvincente e ben giocata al cospetto di un pubblico rumoroso e caloroso che non lesina applausi agli atleti locali che si mantengono sempre in stretto contatto con un avversario arrivato a Vasto con i favori del pronostico a suo leggero vantaggio. La svolta arriva nella prima metà dell’ultimo quarto iniziato sul punteggio di 54-51, ma sbloccato da un parziale 14-3 (con due triple di Jovancic e una di capitan Ierbs che segna anche altri due punti) che porta i bianco rossi al loro massimo vantaggio (+14:68-54). Gara chiusa? Niente affatto! Il Senigallia reagisce e in un battibaleno riduce lo svantaggio ad un solo possesso (72-69) con ancora scarsi 120 secondi da giocare. E qui che arriva i tiro di Luca Di Tizio: una parabola pazzesca scavalca l’avversario, brucia la retina che è la prima a non crederci e rimette due possessi pieni di vantaggio (75-69) conquistando anticipatamente mezza posta in palio. I marchigiani contengono il passivo finale ringraziando l’emozione che condiziona largamente i tiri dalla lunetta (solo 6/12 negli ultimi 5 minuti) ed il tiro dalla lunga distanza di Pasquinelli per il 78-74 finale. Grande festa sul parquet da parte del numeroso pubblico presenza e festa nello spogliatoio con Brighi, top scorer di giornata (16 punti) alla pari di Barsanti, poi coach Luise può contare altri 5 giocatori in doppia cifra (capitan Ierbs 14, Grassi e Jovancic 12, Casettari e Di Tizio 10), mentre Dipierro, presente a referto, è rimasto in panchina in attesa di tempi migliori, attesi a breve. L’altro rimasto seduto in panchina ci proietta indietro nel tempo, ma proprio tanto, come già era successo ad Andrea Marino nella trasferta di Monteroni: oggi c’era Nicola Di Rosso e… ho detto tutto! Marino e Di Rosso sono stati fra gli attori principali del basket vastese di qualche anno fa e dei quali sicuramente molti ricordano le gesta in tanti campionati di altissimo livello, ora ci sono i figli che la palla a spicchi ce l’hanno nel dna e sicuramente ne vedremo delle belle. A loro tutti i nostri migliori auguri per una carriera almeno pari a quella dei loro padri e, perché no, anche di gran lunga migliore. Cosa fatta: capo ha! Messi i due punti in carniere da domani si pensa alla prossima trasferta, lunga come chilometraggio ed impegnativa perché il CUS Jonico Taranto è ancaro fermo al palo per aver perso la prima in casa vs Ortona (81-85) e la seconda e la seconda in trasferta vs San Severo(85-71). Nel corso di questa settimana è ancora possibile acquistare l’abbonamento per la stagione sportiva in corso: € 50 per l’intero, € 30 per i familiari degli atleti, mentre fino ai 18 anni l’ingresso è gratuito.

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author