Veldiceppo, Meschini: "Dobbiamo dare il via ad una striscia vincente"

Sembrava vinta, avanti di venti all’intervallo, una di quelle partite in cui il ritmo della Valdiceppo fa la differenza. Nella seconda partita invece tutto è diventato più difficile, Lovatti ha preso in mano la situazione, sfruttato al massimo l’arma del pick and roll riportando i suoi ad un solo possesso di distanza nelle battute finali. Ma se in quel momento di massima difficoltà avreste notato lo sguardo di Umberto Meschini, difficilmente avreste avuto l’impressione che si potesse perdere, tanta l’energia, la grinta che l’esterno ponteggiano stava trasmettendo ai suoi compagni.

Le giocate decisive di Burini e Orlandi poi hanno chiuso definitivamente i conti, ma ‘Bumbu’ ora chiede ai suoi di non accontentarsi, di dare continuità ad un risultato importante, consapevole che se la Sicoma gioca come sa, nessun risultato è deciso in partenza. L’abbiamo sentito alla vigilia della trasferta a Giulianova.

Dopo una sconfitta dolorosa come quella di Senigallia, dove un solo punto ha fatto la differenza, dove avete trovato le energie fisiche e mentali per reagire e mettere in campo una grande prestazione come quella di domenica scorsa?

Eravamo alla ricerca di un riscatto dopo aver perso non solo a Senigallia ma anche le partite precedenti per il fatto di non riuscire ad essere continui per tutti e quaranta i minuti di gioco. Questo era il nostro obiettivo principale, la squadra ospite si è rifatta sotto ma noi c’eravamo, resistendo alla loro rimonta e facendo le cose giuste nei momenti decisivi.
Quali sono state secondo te le chiavi del successo?

Secondo me vinciamo quando riusciamo a coinvolgere tutti e 10 i giocatori: nonostante assenze importanti ci abbiamo lavorato molto durante la settimana e poi in partita si è visto.
Come state preparando la partita in trasferta contro Giulianova?

La vittoria, inutile negarlo, ti da una grande spinta in più, sia a livello di clima che di convinzione nelle cose che fai. Ci stiamo allenando bene, con il desiderio di provare ad allungare la striscia e non accontentarsi di un risultato positivo
Cosa dobbiamo aspettarci?

Il solito impegno da parte di tutti, il nostro stile di gioco non convenzionale, magari un po’ naif ma sempre a cento all’ora, e nessuno che farà un passo indietro.
Che tipo di campionato è secondo te?

Il salto di livello rispetto allo scorso anno è veramente grande, sia per fisicità che per valore tecnico dei giocatori. Ma a parte un paio di squadre, come per esempio Montegranaro o Matera che secondo me sono le favorite del girone, con le altre secondo me possiamo giocarcela, a patto di non togliere il piede dall’acceleratore nemmeno per un minuto.
Se mi permetti però vorrei fare un ringraziamento da parte di tutta la squadra al nostro pubblico, che ci ha sostenuto fin dall’inizio e in particolare quando siamo stati in difficoltà. Vedere il palazzetto pieno ogni domenica è veramente uno spettacolo.
I nostri avversari: Etomilu Giulianova
Squadra da prendere con le molle viste le caratteristiche fortemente offensive date da una pericolosità dall’arco dei tre punti che riguarda tutti i giocatori della squadra: gli esterni dove troviamo giocatori di striscia come Colonnelli Sacripante e Ricci ma anche De Angelis, ma anche i lunghi, con i 207 centimetri di Di Paola 207 che non disdegna il tiro dalla distanza e del suo cambio Diomede un ragazzo del 1997 che ha già dimostrato il suo valore in questa prima parte di campionato. Autentico Jolly della squadra è Danilo Gallerini, che gioca da 3 o da 4 a seconda del quintetto proposto da Coach Francani. Tradizionalmente Giulianova si esalta nelle gare casalinghe (citofonare S. Severo!) e proprio tra le mura amiche farà di tutto per interrompere la striscia negativa di tre sconfitte, di cui l’ultima contro Isernia maturata perdendo il controllo delle operazioni nella parte finale del match.

Commenta
(Visited 21 times, 1 visits today)

About The Author