Venafro crolla con Montegranaro, 85-70 in casa della capolista

PODEROSA MONTEGRANARO-AL DISCOUNT VENAFRO 85-70

Se la Poderosa Montegranaro è la prima del girone qualche merito dovrà pur averlo. E difatti, si è vista una squadra in piena fiducia, che con la vittoria di ieri, ha centrato il diciassettesimo successo consecutivo su diciotto partite giocate. Una formazione, quella di coach Gabriele Ceccarelli, che ha tirato con il 59% da due (come nella gara di andata) e con oltre il 40% da tre, piazzando dieci bombe nei momenti più critici del match. Cinque giocatori in doppia cifra, con Giorgio Broglia miglior realizzatore dei suoi (18).
La Dynamic Venafro arriva a Montegranaro nettamente sfavorita, la sfida è tra la prima e l’ultima della lista.
Il 15-4 iniziale, dopo sette minuti di gioco, non fa ben sperare. Gueye, Dip e Broglia provano ad allungare sui viaggianti, malgrado gli errori in fase di realizzazione (Gueye chiude il primo quarto con 2/7 dal campo), ma il canestro da fuori area dell’ex Marco Rossi riapre i giochi. I venafrani provano ad entrare nel vivo del match, con Bedetti fuori da subito per infortunio, e la tripla di Rossi a dieci secondi dalla sirena rimette tutte le carte in tavola. 19-11 alla fine del primo quarto.
Ad inizio secondo periodo arriva anche la prima tripla di Franco Migliori, che fatica ancora un po’ ad entrare appieno nei meccanismi di gioco della formazione di coach Arturo Mascio (15 punti per lui, con 3/9 da due e 2/5 da tre, e 5 rimbalzi).
Moretti dall’arco dei tre punti riporta gli ospiti a -4 e costringe Ceccarelli al timeout, ma il break di Dip con schiacciata finale incrementa nuovamente il gap tra le due formazioni. Rossi serve a Migliori la palla per la bomba dalla lunga distanza, ma ogni volta che i viaggianti si apprestano ad azzerare lo svantaggio, la Poderosa li ricaccia indietro. Con la stoppata di Paesano su Migliori si chiude la prima metà di gioco, con una disparità di soli sette punti.
Al rientro dagli spogliatoi i locali prendono il largo con le triple di Rivali e Diomede, su cui mettono una pezza Tamburrini col tiro dalla distanza e Liburdi dal pitturato. A quattro minuti dal termine Marco Rossi mette a segno la sua seconda tripla e con il successivo 2/2 dalla lunetta riporta lo svantaggio ad una sola cifra. Ancora Moretti dall’arco tiene viva Venafro e il gong del terzo quarto risuona sulla bomba di Minchella che fissa il punteggio sul 53-51.
Risultato su cui pochi avrebbero scommesso, soprattutto se si pensa ai 31 punti di differenza con cui si era chiuso il match di andata. Ma la Poderosa è imbattuta da diciassette partite e nel quarto periodo spiega ai venafrani il perché. Trentadue punti in un solo quarto, oltre il 75% al tiro. I gialloblù di coach Mascio hanno le pile scariche e quando Broglia fissa il vantaggio in doppia cifra con fallo e canestro, i ragazzi in maglia Venafro non saranno più in grado di accorciare le distanze. 85-70, finale un po’ ingiusto considerando quello che i molisani sono riusciti a far vedere sul campo, mettendo in difficoltà la capolista del girone.
Altra splendida prestazione di Marco Rossi, che chiude il match con la sua ex squadra con 16 punti, il 100% ai liberi, 3 palle recuperate, 5 rimbalzi e assist leader di serata con 7 palloni serviti ai propri compagni. Doppia-doppia invece per Mauro Liburdi, con 20 punti (66% dal campo) e 10 rimbalzi; doppia cifra anche per Migliori (15), 8 punti e 5 rimbalzi per Moretti, 6 punti per Tamburrini (prestazione al di sotto del suo potenziale con 0/4 da due e 1/4 da tre), 2 per Kushchev e 3 per Minchella. Esordio anche per il classe 2001 Francesco Casapenta, entrato con Carcillo negli ultimi secondi di partita.
Da domani avrà inizio la settimana di preparazione al derby. Ci aspettano quattro confronti di importanza capitale in chiave salvezza: oltre alla sfida interna contro Isernia, ci aspettano le partite con Rimini, Monteroni e Taranto, prima di ospitare l’Amatori Pescara sul parquet del Pedemontana.
Ora si fa sul serio.

Commenta
(Visited 47 times, 1 visits today)

About The Author