Venezia-Trento: le parole di De Raffaele e Buscaglia

Venezia, De Raffaele molto amareggiato

Venezia perde gara-1 al Taliercio. Grandi meriti dei ragazzi di coach Buscaglia che mettono in atto una difesa ai limiti della perfezione con ben 15 recuperi. Molti demeriti però anche da parte dei lagnari apparsi poco motivati e, stranamente, poco cinici.

Queste le parole di coach De Raffaele al termine della gara: “Trento ha meritato di vincere. Onore a loro, hanno condotto la gara dall’inizio alla fine. La differenza, al di là dei loro meriti, l’abbiamo fatta noi perché per due quarti non abbiamo giocato. Siamo rimasti schiacciati dalla pressione esprimendo fretta nel gioco e poca precisione. Gli abbiamo permesso di giocare come volevano; a campo aperto e tanto contropiede con palle perse non provocate. Nel secondo tempo abbiamo fatto un grande sforzo per provare a rientrare, con tre triple sbagliate per tornare a -7. Ma stasera era una di quelle che da tre punti non segni,  bravi Peric e Batista nel post basso a riaprire. Ora bisogna analizzare la partita per cancellare gli errori in gara-2. Dobbiamo limare alcune palle perse e non dobbiamo avere fretta concedendo facili contropiedi”.

Trento, parola a Buscaglia

Al termine della gara ecco le parole di coach Buscaglia. Il tecnico si è detto molto soddisfatto ma ha criticato alcuni atteggiamenti dei suoi: “Abbiamo avuto un grande impatto sulla gara; i meriti vanno ad una difesa molto precisa ed attenta che ha concesso poco. Siamo andati all’intervallo convinti di stare facendo una buona partita ma poi abbiamo concesso troppo a Venezia in rimonta. Venezia ha avuto troppi rimbalzi offensivi e seconde chance di tiro che gli hanno dato energia. A causa della fretta abbiamo rischiato di rovinare tutto. Dobbiamo avere più cura della palla in campo aperto; nell’ultimo quarto abbiamo sciupato molte occasioni. Ci è mancata fluidità in alcune occasioni di gioco, sopratutto nell’ultimo quarto. Tutti questi aspetti andranno migliorati in vista di gara-2, non possiamo commettere di nuovo gli stessi errori perché giochiamo contro una squadra forte come la Reyer. Ci attendiamo una reazione di rabbia della Reyer, dovremo essere bravi noi a gestirla.”

Commenta
(Visited 46 times, 1 visits today)

About The Author