Venezia vince contro l'Oradea e spera negli ottavi, sconfitta per Varese che dice addio anche alla Fiba Europe Cup

Martedì di Champions League dolceamaro per le italiane impegnate nella competizione continentale visto che se da un lato Venezia sorride per la vittoria sui rumeni dell’Oradea dall’altro la Openjobmetis Varese affonda in Germania contro l’Oldenburg. Per i veneti vittoria per 89-78 (17 Haynes, 15 Bramos) che, complice lo stop di Le Mans, vale alla Reyer il secondo posto nel girone B e la qualificazione al turno successivo. Ora a Venezia toccherà aspettare le partite di stasera per stabilire se sarà una delle tre migliori seconde classificate, in questo caso sarebbe direttamente agli ottavi di finale altrimenti si giocherà i playoff contro le altre compagini che si sono posizionate al secondo posto nei rispettivi gironi. E’ finita male invece l’avventura della Openjobmetis Varese che è stata travolta per 78-52 sul campo dei tedeschi dell’Oldenburg: i lombardi nonostante fossero già eliminati coltivavano ancora il sogno di arrivare al terzo posto nel girone e di qualificarsi per la Fiba Europe Cup, sogno che purtroppo si è infranto contro i forti avversari che dal loro canto si giocavano il primo posto ed il passaggio diretto alla fase successiva e che per questo motivo avevano motivazioni decisamente più forti. Ora il testimone passa alle altre due italiane Sassari ed Avellino impegnate stasera rispettivamente contro il Partizan Belgrado e Juventus Utena; entrambe vincendo sarebbero certe del passaggio agli ottavi,  ai sardi potrebbero addirittura uscire sconfitti e passare ugualmente se Ostenda battesse il Cibona o se gli Skyliners di Francoforte perdano.

Commenta
(Visited 58 times, 1 visits today)

About The Author