Verso Betaland-Vanoli, Di Carlo: "Partita importante, la squadra ne conosce l'importanza"

Domenica alle 17 (diretta Eurosport Player), la Betaland Capo d’Orlando chiude il girone di andata del campionato di Serie A PosteMobile sul parquet amico del PalaSikeliArchivi, dove i paladini affronteranno la Vanoli Cremona.

Un impegno sicuramente difficile contro una squadra in grande crescita, capace di vincere 4 delle ultime 5 gare. Sicuramente ci sarà grande piacere nel rivedere tanti (da Meo Sacchetti e Flavio Fioretti in panchina a Marco Portannese e Drake Diener in campo), ma sarà soprattutto l’occasione di rivedere l’Orlandina al completo, grazie all’ottimo lavoro dello staff medico (dal dr. Francesco Petralito ai fisioterapisti Biagio Di GiorgioAbele Ferrarini e Francesco Vitale) per cercare di ritrovare lo smalto prefestivo nelle gare casalinghe.

Una gara che coach Gennaro Di Carlo presenta così: “Sicuramente è una partita molto importante. Vogliamo chiudere il girone di andata con 6 vittorie e credo che girare a 12 punti possa essere meritato per quello che il nostro gruppo ha fatto in questa parte di regular season. Faremo di tutto affinché arrivi la vittoria domenica. Sarà una partita particolare, all’insegna degli ex: Meo Sacchetti, Drake Diener, Marco Portannese e Flavio Fioretti. Ci farà piacere rivedere quattro amici, ma dopo gli opportuni saluti saremo giustamente rivali e cercheremo di portare a casa questa vittoria. Nell’ultimo periodo ci siamo un po’ arenati, ma penso che a Salonicco abbiamo iniziato a mettere i presupposti per rimetterci in moto, vincendo con Cremona la nostra nave potrà riprendere il cammino in mare aperto. Muovere la classifica oggi non è decisivo ma di capitale importanza, perché ci consente di tenere dietro di noi delle concorrenti molto agguerrite per la lotta per non retrocedere, dal decimo posto in giù la classifica è molto corta, quindi questi due punti servirebbero quantomeno a lasciare inalterata la distanza. La squadra conosce l’importanza di questa partita. I nostri tifosi ci hanno dimostrato affetto molte volte, domenica dovranno essere la nostra energia, la nostra determinazione e la nostra voglia di fare a trascinare loro. Domenica toccherà a noi far capire loro che non li tradiremo, che lotteremo per raggiungere i nostri obiettivi, a partire proprio dalla gara con Cremona“.

Commenta
(Visited 41 times, 1 visits today)

About The Author