Via alla fase a orologio, l’Esperia scatta dalla pole position

Dopo il convincente successo sul Calasetta, i granata attendono la visita del Sant’Orsola Sassari

 

Parte la fase a “orologio” del campionato di Serie C Silver, e l’Esperia Cagliari scatta dalla “pole position”: sabato sera, al palasport di via Pessagno, i granata attendono la visita del Sant’Orsola Sassari nella prima delle nove tappe che porteranno al termine della fase regionale del torneo.

 

Reduci dal largo successo interno nel match contro il Calasetta, che ha permesso di riportare a quattro i punti di margine sul secondo posto, Pedrazzini e compagni dovranno stare attenti a non abbassare la guardia: “Non possiamo permetterci di stare tranquilli – dichiara il tecnico Roberto Fioretto – rischieremmo di essere troppo sicuri di noi stessi, incappando poi in brutte sorprese. L’ho detto anche ai ragazzi: questo girone non è assolutamente una formalità. Nei prossimi due mesi e mezzo dovremo mantenere alta la concentrazione per evitare di sprecare il vantaggio guadagnato con fatica. Siamo consci del fatto che il nostro destino passi in gran parte per le nostre stesse mani, ma al tempo stesso guardiamo con grande rispetto le nostre avversarie, tutte potenzialmente in grado di metterci in difficoltà”. Un discorso, questo, che diventa ancor più calzante se si parla del Sant’Orsola, quarto con 16 punti al termine della prima fase. Gli arancioneri di Antonello Sorci possono contare sia sull’esperienza di giocatori come Cordedda, Tola e Piras, protagonisti a lungo anche sui parquet della vecchia C nazionale, che sull’entusiasmo di alcuni giovani in rampa di lancio come Basoli, Langiu e Obino: “Il Sant’Orsola è una squadra in crescita oltre che ben allenata – prosegue Fioretto – e la dovremo affrontare con la giusta mentalità, mettendo da parte le due vittorie su due ottenute negli scontri diretti della prima fase”.

 

Oltre al contributo, sempre decisivo, di Passa, Putignano e Pedrazzini, nelle ultime settimane l’Esperia sta beneficiando della crescita di alcuni giocatori che normalmente partono dalla panchina, come Cornaglia, Orrù e Paolo Musiu: “E’ così – commenta ancora il coach – anche se non mi piace sentir parlare di panchina. La nostra squadra è composta unicamente da titolari, poi poco importa chi inizia a giocare dalla palla a due. Credo che, sotto questo punto di vista, stia pesando il superamento degli acciacchi fisici e la conseguente maggior continuità in allenamento. Quando si lavora bene durante la settimana è più facile trovare ritmo e autostima durante la partita”.

 

Squadre in campo sabato 18 febbraio alle 19 al Palasport di via Pessagno a Cagliari. Gli arbitri designati sono i signori Riccardo Luciano di Sestu (CA) e Nicola Miliddi di Quartu Sant’Elena (CA).

 

 

Olimpia a Quartu per proseguire il momento magico
Dopo tre successi in fila, i Pumas provano a proseguire la striscia positiva sul campo della Ferrini Quartu

 

Da cenerentola del campionato a squadra del momento: grazie alle tre vittorie consecutive contro Calasetta, Torres e Santa Croce, l’Olimpia Cagliari ha spiccato il volo, e ora non ha alcuna intenzione di fermarsi. Sabato pomeriggio i Pumas saranno ospiti della Ferrini Quartu, formazione che ha concluso la prima fase al quinto posto con 14 punti: “Arriviamo a questa gara più consapevoli – dice coach Alessandro Sulis – soprattutto sotto l’aspetto mentale. Dopo tre vittorie consecutive, la tentazione è quella di provare ad alzare l’asticella e spingere un po’ più in là i nostri limiti. I risultati positivi aiutano a giocare in maniera più tranquilla e ad affrontare con maggior serenità i momenti negativi che inevitabilmente si presentano all’interno delle gare. In ogni caso le ultime prestazioni non devono illuderci: quella di Quartu sarà una partita difficilissima”.

 

La Ferrini di Peretti può contare sul talento in zona offensiva di Davide Sanna, primo fra i realizzatori dopo la prima fase del torneo. Ma di giocatori importanti, i biancoverdi, ne hanno in quantità: da Sarritzu a Schiffini passando per Melis e Masella. “Stiamo parlando – prosegue il tecnico – di una squadra che nell’ultimo mese ha portato all’ultimo possesso il Calasetta, e che è stata capace di vincere diverse partite in maniera convincente. Anche sabato sarà interessante verificare la nostra crescita al cospetto di un avversario di spessore”.

 

Palla a due sabato 18 febbraio alle 17.30 alla Palestra Sant’Elena di via Pessina a Quartu Sant’Elena (CA). Arbitreranno i signori Marco Mameli e Matteo Mulas di Sassari.

 

 

 

Agenzia Uffici Stampa DirectaSport

Commenta
(Visited 29 times, 1 visits today)

About The Author