Viola, Benedetto: "Tramutare rabbia in energia positiva"

VERSO VIOLA-OMEGNA, BENEDETTO:

“TRAMUTARE LA RABBIA IN ENERGIA POSITIVA”

SI GIOCA AL PALAMAZZETTO 

Treviso è già alle spalle, la Viola guarda all’impegnativo esordio casalingo contro Omegna. Il match, valido per la seconda giornata di andata, si disputerà al PalaMazzetto (rione Modena) alle ore 18:00.

Per i neroarancio inalterato il programma di lavoro che prevede oggi e domani doppia sessione (ore 9 e 17.30), giovedì (12), venerdì riunione tecnica e allenamento tecnico in campo (16.30-19.30), sabato rifinitura (10).

“Siamo reduci – ha dichiarato l’allenatore neroarancio Giovanni Benedetto – da una trasferta difficile, contro una squadra ben attrezzata come Treviso contro cui abbiamo giocato alla pari per trentotto minuti. Solo alcuni episodi nel finale, con alcuni errori nei momenti cruciali, ci hanno condannato. Peccato perché siamo stati poco cinici perdendo una ghiotta occasione per fare risultato su un campo difficile. Ora è necessario dimenticare in fretta e concentrarsi sul prossimo appuntamento contro Omegna che è un’altra compagine molto forte. Dobbiamo essere bravi a tramutare la rabbia in energia positiva e arrivare alla gara con la giusta determinazione. Siamo  – ha continuato e concluso il coach – ancora alle prese con alcuni infortuni (De Meo e Latella ancora fermi ai box) e pertanto dovremo sopperire anche in questa settimana di lavoro ad alcune carenze in organico. Domenica però avremo dalla nostra la spinta del nostro pubblico che ci darà senza dubbio una grande mano. Al riguardo, tra l’altro, voglio sottolineare quanto sia stato importante a Treviso il sostegno e il calore dei nostri tifosi”.

 

Viola, Branca commenta il mancato esordio al PalaCalafiore

“Abbiamo sperato fino alla fine di poter rientrare subito al Pentimele – ha dichiarato il presidente Giusva Branca – ma, pur con una nuova lena dopo la dura conferenza stampa del sottoscritto, le pratiche relative agli ultimi lavori da eseguire da parte del Comune conoscono i tempi tipici della nostra burocrazia e, in assenza di accelerazioni ulteriori, non ci hanno consentito di conseguire questo nostro obiettivo e sacrosanto diritto, dunque la Viola, che avrebbero voluto vedere in tanti, giocherà in deroga al PalaMazzetto . Siamo certi, dopo attento monitoraggio delle attività degli uffici competenti, che le cose andranno a buon fine – ha concluso il presidente – ma il tempo non è una variabile; ad oggi il sentimento prevalente in me è l’amarezza e questa attiene alla mia qualifica di semplice cittadino reggino, sconfitto e ancora una volta defraudato dei propri diritti”.

Ufficio Stampa Viola Basket

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author