Virtus Arechi Salerno, difficile esame sul campo di Catanzaro

La Renzullo Lars Virtus Arechi Salerno è pronta per la trasferta in casa della Mastria Vending Catanzaro. La squadra cara al presidente Nello Renzullo domenica pomeriggio alle ore 18 affronterà la seconda partita di questo mini campionato che si è aperto la scorsa settimana con la vittoria contro Il Globo Isernia (112-44 il punteggio finale) e che terminerà il 22 aprile con l’ultima gara della regular season contro la Citysightseeing Palestrina. Nelle ultime 5 giornate del girone di ritorno il roster allestito dal diesse Pino Corvo dovrà giocare tre volte in trasferta (Catanzaro, Valmontone e Barcellona) e due volte al PalaSilvestri (con Cagliari e Palestrina). L’obiettivo del quintetto affidato dallo scorso 4 marzo a coach Orlando Menduto, attualmente quarto in classifica con 36 punti, con 2 lunghezze di ritardo rispetto a Cassino, 4 rispetto a Barcellona e 6 rispetto alla capolista Palestrina, è quello di cercare di migliorare ulteriormente la propria posizione nella griglia dei play off, che scatteranno al termine della stagione regolare. Capitan Marco Cucco e compagni domenica pomeriggio saranno di scena al PalaPulerà contro la Mastria Vending Catanzaro e si troveranno a fare i conti con un ambiente “caldissimo”: su espressa richiesta del patron Renato Mastria, prontamente recepita dal presidente Procopio, sarà infatti concesso l’ingresso gratuito al pubblico per favorire il percorso di avvicinamento tra la comunità del basket e la Planet. I calabresi di coach Tunno, ottavi in classifica assieme a Costa d’Orlando con 24 punti all’attivo, confidano nell’apporto della tifoseria giallorossa per cercare di reggere il confronto con la Renzullo Lars Salerno e compiere un passo decisivo verso l’accesso ai play off. Tra l’altro, capitan Calabretta e compagni all’andata espugnarono il PalaSilvestri: la gara valida per l’undicesima giornata del campionato di Serie B Old Wild West terminò 56-65 in favore dei giallorossi trascinati da uno strepitoso Morici (19 punti), ben coadiuvato da Pichi (14), Di Dio (11) e Botteghi (10), tra i pochi a salvarsi tra i salernitani in quella gara furono Cucco (13), Leggio (13) e Babilodze (10). Rispetto a quella partita, nel roster dei calabresei c’è una novità sostanziale: a gennaio il centro Matteo Botteghi si è trasferito al Basket Empoli (Serie B, girone A) e nell’ultimo giorno di mercato si è registrato il ritorno in giallorosso di Devil Medizza (roccioso lungo di origini friulane, classe ’90, che ha indossato la canotta della Mastria Vending Catanzaro nella scorsa stagione).

«Mi aspetto una partita dura, vera. Affronteremo una squadra in salute – ha affermato coach Orlando Menduto – e che, in casa, esalta le proprie qualità. Inoltre i calabresi hanno allungato le rotazioni con l’ingaggio di un altro lungo. Catanzaro è una squadra molto ben allenata, che sa quali sono i suoi punti di forza e cerca di far leva proprio su quelli. Noi dovremo essere bravi a non fare mai un passo indietro e a provare a dettare quello che secondo noi può essere il ritmo gara giusto per vincere questa partita. Mi aspetto – ha quindi proseguito il nuovo allenatore della Renzullo Lars – grandissima concentrazione rispetto a quello su cui stiamo lavorando ormai da una decina di giorni: grande intensità in difesa per non dare vantaggi all’attacco avversario e, dall’altra parte del campo, provare a mettere in pratica i nostri concetti di gioco, senza mai dimenticare il piano gara che abbiamo stilato e che, anche nei momenti di difficoltà, tutti provino a dare una mano ai compagni per continuare ad esprimerci come vogliamo. Le ultime 5 gare della regular season sono molto dure, sia viste singolarmente che nella loro globalità. Dai risultati di questo mini-campionato si determineranno le posizioni di partenza nella griglia dei play off. Le tre partite in trasferta che dovremo affrontare, a partire da quella di Catanzaro, sono molto impegnative. Le due che ci restano da giocare al PalaSilvestri sono fondamentali, non possiamo perdere altri punti tra le mura amiche, indipendentemente dal valore degli avversari. Pensiamo ad una partita alla volta – ha concluso il tecnico della Virtus Arechi Salerno –, perchè abbiamo diversi obiettivi da raggiungere. Stiamo lavorando per farci trovare pronti e sono convinto che sarà così».

 

Fonte: Ufficio Stampa Virtus Arechi Salerno

Commenta
(Visited 24 times, 1 visits today)

About The Author