Virtus Arechi Salerno, Paternoster: "Abbiamo dimostrato grande carattere"

Il capo-allenatore della Virtus Arechi Salerno si è detto entusiasta per la reazione dei suoi negli ultimi dieci minuti del probante impegno con la Dynamic Venafro


Tantissime emozioni nel corso del match del PalaSilvestri tra Virtus Arechi Salerno e Dynamic Venafro.

Alla fine a spuntarla sono stati i padroni di casa, nonostante l’ottima prestazione di Rinaldi e compagni, capaci di condurre le operazioni per gran parte della contesa.

Antonio Paternoster, al termine della partita, è intervenuto ai nostri microfoni commentando così gli scoppiettanti quaranta minuti andati in scena tra le mura del palasport di Matierno:

«Riuscire a vincere una partita come questa è senz’altro un segnale importante; solo una squadra con grande carattere e consapevolezza dei propri mezzi sarebbe riuscita a ribaltare una sfida che, a cinque minuti e mezzo dalla fine, si era messa davvero male. 

Siamo stati bravi negli ultimi minuti, non altrettanto nell’approccio alla gara. Questo ci è già successo in passato, soprattutto in occasione delle partite casalinghe con squadre non di primissima fascia. Sono quelle gare in cui tendiamo ad avere un approccio un po’ più soft, che pensiamo di vincere perché siam belli o perché giochiamo a Salerno. 

Ma le cose non vanno così. Da questo punto di vista, è opportuno ribadire che siamo comunque una squadra nuova, siamo partiti quest’anno insieme, ragion per cui dobbiamo fare tutti, nessuno escluso, uno step in più per avere un approccio diverso.

D’altra parte, mi corre obbligo segnalare che questa sera, all’ultimo istante, abbiamo dovuto rinunciare a Leggio, che per noi è un giocatore molto importante. Paci, poi, si è trovato gravato di tre falli dopo quattordici minuti, ragion per cui la partita non è nata esattamente sotto una buona stella.

Eppure, abbiamo avuto tanta lucidità nei momenti importanti. Abbiamo osato, l’ho fatto anche io quando, a sei minuti dal termine, ho tolto Cucco e messo in campo Onorio [n.d.r Petrazzuoli] da playmaker. Una scelta nuova che, tuttavia, ha dato i frutti sperati e di questo siamo tutti molto contenti.»

– Sulle difficoltà create da Venafro dal punto di vista tattico:

«Sapevamo che Venafro è un’ottima squadra con un giocatore, Rinaldi, che produce mediamente 20 punti e prende 15-16 tiri a sera. Noi siamo una squadra abbastanza umorale: oggi sul 15-10 abbiamo concesso due canestri proprio a Rinaldi per completa disattenzione e lì è già cambiata in parte la partita.

Nel secondo quarto, sul +4, stesso errore. Ci manca quella abitudine, non solo a riconoscere l’identità degli avversari, ad essere concentrati per tutto l’arco della partita.

Questa caratteristica ci manca e credo che la giovane età abbia un peso. Ma stiamo lavorando anche su questo aspetto e sono convinto che miglioreremo.»

– Sulla grande reazione dell’ultimo quarto:

«Solo una squadra con grande carattere riesce a recuperare 11 punti negli ultimi cinque minuti e a produrre un ultimo quarto da 27-15 tirando con percentuali finalmente molto alte.

Hanno dimostrato tutti di avere gli attributi, siamo sulla retta via e dobbiamo solo continuare a lavorare.»

– Sull’arrivo di Gennaro Sorrentino:

«Gennaro ci darà sicuramente tantissimo in termini di esperienza. E’ un giocatore importante, che può e deve fare la differenza in questa categoria. Mi aspetto tanto da lui. Può giocare in più ruoli perché ha grande versatilità fisica e tecnica.

Gli ho già parlato in settimana e la cosa più importante – e so che mi accontenterà – che desidero da lui è che metta al servizio della squadra, soprattutto dei ragazzi più giovani, la sua grande esperienza, leadership e qualità. Così facendo tutti quanti cresceremo ulteriormente.» 

 

 

Commenta
(Visited 116 times, 1 visits today)

About The Author

Carmine Lione Carmine Lione è uno scrittore e giornalista freelance, laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Attualmente iscritto al Corso di Laurea in “Lingue e Culture Straniere” presso l'Ateneo di cui sopra, ha collaborato con varie testate giornalistiche, tra cui zerottonove.it. Ha ricoperto l'incarico di Capo Addetto Stampa della società cestistica Polisportiva Battipagliese ed attualmente presta la sua voce per le telecronache del Basket Bellizzi in onda su LiraTv e del Salernum Baronissi per l'emittente SeiTv. Per quanto concerne la scrittura, nel corso della sua esperienza artistica, ha pubblicato due opere: “Tempi Moderni”, raccolta di racconti edita dalla casa editrice Gruppo Albatros Il Filo e “Luce al neon”, primo romanzo autopubblicato.