Virtus Arechi Salerno, Sorrentino: "Fondamentale arrivare ai playoffs al top della condizione"

E’ arrivato a stagione inoltrata alla corte della società “blaugrana” cara al patron Nello Renzullo ma Gennaro Sorrentino parla già da leader di un gruppo che, sotto la guida tecnica dell’anch’egli subentrato coach Orlando Menduto, nel match domenicale contro Cagliari ha fatto registrare il quarto hurrà consecutivo quando mancano appena due giornate al termine della regular season.

Il trentaduenne playmaker napoletano, al termine del match con la compagine sarda, ha analizzato – ai nostri microfoni – la situazione in casa Virtus Arechi Salerno, passando in rassegna gli ultimi quarantotto minuti di basket giocato che lo hanno visto protagonista anche individualmente, in virtù di una buonissima performance (20 punti realizzati e meritata palma di MVP di giornata):

«Con Cagliari è stata una partita difficile ma lo sapevamo. Sono venuti qui per vincere, non hanno mai mollato e sono stati bravi a metterci in difficoltà in diverse fasi del match. In questo campionato tutte le partite sono complicate; ci si trova ad affrontare compagini in lotta per diversi obiettivi ed una grande squadra è tale se riesce a rispondere presente nonostante le difficoltà che l’avversario è in grado di creare. Noi volevamo confermare quanto di buono fatto nelle ultime uscite perché vogliamo chiudere tra le prime quattro, farci trovare pronti ai playoffs e giocarcela al meglio delle nostre possibilità»

  • Sulla concentrazione della squadra :

«Dal punto di vista psicologico, oggi siamo stati bravi a non disunirci nel momento di difficoltà continuando a macinare la nostra pallacanestro nonostante certi tiri non entrassero. Stiamo lavorando con grande intensità perché vogliamo assolutamente arrivare ai playoffs al meglio della condizione fisica»

  • Sulla crescita del gruppo:

«Questa squadra ha ottime qualità tecniche e mentali su cui ritengo si possa continuare a lavorare; il merito è senz’altro della proprietà che è stata capace di creare un gruppo davvero di primissimo livello. Io sono arrivato a stagione in corso ma ho percepito fin da subito un’atmosfera estremamente positiva ed una ferma intenzione da parte di tutti di crescere sotto ogni punto di vista, il che è l’essenza dello sport. L’amalgama migliora di giorno in giorno, ci sono ragazzi tanto volenterosi quanto dotati tecnicamente e questo è il connubio ideale su cui dobbiamo costruire le nostre fortune. Stiamo lavorando tanto e dobbiamo continuarlo a fare»

  • Sull’attesissima sfida di domenica a Barcellona:

«Sarà una partita durissima, giocata da due ottime squadre. Lo dice la classifica nonché la qualità dei roster a disposizione delle due squadre. Inoltre, Barcellona è un campo caldo e tradizionalmente difficile da espugnare. L’importante per noi sarà dare tutto e cercare di giocare una buona partita affidandoci alla nostra pallacanestro.Intendiamo confermare il quarto posto anche perché abbiamo Valmontone che ci tallona e non ci permette di commettere passi falsi. Non sarà facile, ma proveremo a fare risultato anche perché solo vincendo si impara a vincere»

Commenta
(Visited 66 times, 1 visits today)

About The Author

Carmine Lione Carmine Lione è uno scrittore e giornalista freelance, laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Attualmente iscritto al Corso di Laurea in “Lingue e Culture Straniere” presso l'Ateneo di cui sopra, ha collaborato con varie testate giornalistiche, tra cui zerottonove.it. Ha ricoperto l'incarico di Capo Addetto Stampa della società cestistica Polisportiva Battipagliese ed attualmente presta la sua voce per le telecronache del Basket Bellizzi in onda su LiraTv e del Salernum Baronissi per l'emittente SeiTv. Per quanto concerne la scrittura, nel corso della sua esperienza artistica, ha pubblicato due opere: “Tempi Moderni”, raccolta di racconti edita dalla casa editrice Gruppo Albatros Il Filo e “Luce al neon”, primo romanzo autopubblicato.