Virtus Bologna-Casale, tutto quello che c'è da sapere

Prende il via domenica sera (ore 18) al PalaDozza di Bologna la serie di Ottavi di Finale Playoff che vede confrontarsi la Novipiù (arrivata settima nel Girone Ovest) con la Virtus Bologna (seconda del Girone Est). I rossoblu di coach Ramondino troveranno ad attenderli una formazione con un obiettivo preciso, ovvero la Serie A, ossessione testimoniata anche dall’ingaggio fulmineo di Stefano Gentile, ex della Junior, prelevato giovedì dalla Pallacanestro Reggiana per rinforzare una rosa già piena di talento. La Junior e il suo collaudato sistema, tuttavia, si presentano nella doppia gara di Bologna con la convinzione di chi sa come guastare la festa: difesa, intensità e coralità dovranno portarla a stare a contatto con la Virtus per 40 minuti ogni sera. L’attesa é certamente quella delle grandi occasioni: la prevendita di Gara 3 procede a gonfie vele e un pullman per Bologna é già stato riempito. Per tutti gli altri tifosi che vorranno sostenere la Novipiú a Bologna, i biglietti saranno disponibili presso il botteghino del PalaDozza di via Graziano a partire dalle 16 di domenica. 

GLI AVVERSARI – Seconda ad Est con 21 vittorie e 9 sconfitte, la Virtus Bologna di Coach Alessandro Ramagli si presenta alla linea di partenza di questi playoff come una delle assolute pretendenti alla promozione in Serie A. Principale terminale offensivo delle V Nere è Kenny Lawson: 18.5 punti a partita la sua media, ai quali aggiunge 7.7 rimbalzi e un eccellente 47% dalla linea da tre punti. Occhi puntati anche sul secondo americano della Virtus, Michael Umeh: nuovamente alla corte di Coach Ramagli, con cui ha condiviso l’esperienza di Verona (che uscì al primo turno contro Agrigento nei Playoff 2015), in questa stagione sta viaggiando a 17.3 punti di media (record di 29 punti contro la Fortitudo Bologna nel derby) con ottime percentuali dal campo (52% da due punti e 42% da tre). Attenzione anche ad una vecchia volpe dei parquet come Guido Rosselli, veterano del nostro campionato, già campione due anni fa con Torino. È l’uomo chiave, sempre in campo (e con la palla in mano) quando più conta. Il suo impatto va molto al di là degli 11.2 punti e 4.3 assist a partita, e contenerlo con energia sarà una delle chiavi difensive della Junior in questa serie. Detto dell’arrivo di Gentile (vincitore del campionato di A2 con la Junior nel 2011), i bombardieri Spissu e Ndoja completano il quintetto bianconero.

I PRECEDENTI – Sono due i precedenti fra le due formazioni, entrambi ad appannaggio della Virtus Bologna e risalenti alla stagione in Serie A. La Novipiù, quella stagione, venne sconfitta sia in trasferta (70-62, Shakur 20) che tra le mura del PalaFerraris per 77-80 dopo un overtime (Minard 17), nel giorno che decretò la matematica retrocessione della Junior in A2.

Commenta
(Visited 34 times, 1 visits today)

About The Author