Virtus Bologna, Sacripanti: "Con Avellino sarà una gran partita"

La trasferta che vedrà impegnata la Virtus Bologna al PalaDelMauro di Avellino domenica alle 18.30 rappresenta una sfida sicuramente speciale per coach Pino Sacripanti, in Irpinia dal 2015/16 allo scorso anno. Queste le parole del 48enne allenatore nativo di Cantù.

Ad Avellino ci aspetta una partita di livello altissimo, e in campo ci saranno giocatori che fino alla passata stagione non si vedevano in Italia. La Sidigas ha tenuto giocatori solidi, uomini che conosco bene come N’diaye, Filloy, D’Ercole. E’ un campo difficile, il pubblico si fa sentire molto e c’è tanta attesa“.

Andiamo ad Avellino senza Brian Qvale, il nostro capitano (il reparto lunghi sarà rinfoltito da Gora Camara, ndr). Lo ha fermato una contrattura muscolare, che all’inizio ci sembrava una cosa molto banale. Non partirà, preferiamo che recuperi con gradualità. Sarà un’assenza, ma andiamo a giocare una partita di mentalità e non cerchiamo alibi“.

Per me sarà una partita particolare, non lo nascondo. Contro una squadra e un club a cui sono affezionato, e davanti ad un pubblico che mi ha dato tanto, Non sempre è facile scindere il lavoro dagli affetti, e io amo vivere la realtà in cui sto lavorando. Dalla palla a due, comunque, sarà partita e ci concentreremo tutti su quella“.

Abbiamo incontrato la Sidigas in prestagione, e qualche indicazione l’abbiamo avuta. E’ una squadra costante nella sua pallacanestro, viaggia col 65 per cento da due e il 40 da tre, Per il tipo di gioco che fa, 12 perse a gara non sono tante. E ha individualità che possono risolvere la partita. Giocatori veri: l’anno scorso uno come Norris Cole in Italia non l’ho visto…“.

Nella mia prima stagione ad Avellino, a Natale ero a rischio taglio, poi inanellammo 15 successi in fila. Abbiamo giocato tre finali, portato più di quattromila avellinesi al Forum per quella di Coppa contro Milano. Il rimpianto? Non aver mai alzato un trofeo, perché tutte e tre le volte abbiamo trovato squadre che hanno fatto un po’ meglio di noi. Ma è indubbio che abbiamo fatto un bel percorso“.

Foto da: YouTube.

Commenta
(Visited 18 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.