Virtus Bologna-Unieuro Forlì 82-68, un primo tempo difficile costa caro a Forlì

Virtus Bologna – Unieuro Forlì 82-68 (22-11; 44-24; 66-40)

Virtus Bologna: Spissu 11, Umeh 14, Oxilia 12, Rosselli 2, Lawson 10; Spizzichini 3, Penna 4, Petrovic 4, Pajola 13, Michelori 9; Ndoja ne. All. Ramagli.

Unieuro Forlì: Ferri 11, Vico, Blackshear 4, Crockett 16, Rotondo 9; Bonacini 9, Paolin, Pierich 9, Infante 10, Thiam. All. Garelli.

Arbitri: Bartoli – Marton – Vita.

Note: 4.000 spettatori, di cui 220 forlivesi.

Nemmeno la seconda trasferta in terra bolognese nel giro di poche settimane regala un sorriso all’Unieuro, sconfitta questa volta dai padroni di casa della Virtus in una Unipol Arena dal clima piuttosto ‘irreale’, con luci a dir poco soffuse come abitudine ed impianto audio ko. Forlì, di fatto, paga a carissimo prezzo un pessimo impatto con la partita, concedendo agli avversari un ‘break’ iniziale di 14-0 con il primo canestro a tinte biancorosse che arriva soltanto 6′ dopo la palla a due, dopo un iniziale 0/10 al tiro che la dice lunga sul feeling di Ferri e compagni con la retina fino a quel momento. Punteggio finale reso poi meno amaro solamente da cinque gagliardi minuti finali disputati dalla squadra di coach Garelli.

Micidiale al tiro (49% da due ma soprattutto 46% dalla lunga distanza), la Virtus ha costruito il proprio successo mattoncino dopo mattoncino, continuando sul positivo ‘solco’ tracciato nel primo quarto di gioco senza trovare, dall’altra parte, alcun tipo di ostacolo ad ostruirne il ‘passaggio’. Fondamentale, in questa fase del match, l’apporto dei quattro giovani virtussini (Pajola, Oxilia, Penna e Petrovic), capaci di respingere al mittente un timido tentativo di rientro forlivese segnando la bellezza di 21 punti ‘globali’ nei 44 messi a segno dalla squadra prima dell’intervallo. Non irresistibile, invece, la prova di Umeh (14, ma un paio di triple che mettono una seria ipoteca sul match) e Lawson (10, di cui 8 in una prima frazione in cui l’area forlivese era penetrabile in ogni ‘salsa’).

Nemmeno la difesa a zona chiamata da coach Garelli per larghissimi tratti porta al risultato sperato, con una Virtus in crescendo nella prestazione sempre in grado di porre il giusto rimedio alle mosse avversarie, arrivando addirittura a toccare ripetutamente il +26 di vantaggio a cavallo tra il terzo ed il quarto periodo. Pressochè ‘invisibili’ Vico (0/5 in appena 14′ di impiego) ed un Blackshear da 4 punti con 1/9 dal campo, sofferente dagli impegni ravvicinatissimi di queste settimane. Elementi che vanno indubbiamente ad incidere fortemente sull’andamento della partita, nonostante un generosissimo Crockett (16+11 rimbalzi) tenti di tenere a galla i suoi alla meno peggio. Unico dato da salvare in tutto questo, se non altro, il moto d’orgoglio targato Unieuro nel finale di gara, un parziale globale di 19-4 in proprio favore che, oltre a rendere meno pesante il passivo, consegna qualche spunto positivo dal quale ripartire immediatamente.

Così Garelli al termine della partita: “Partita, quella della Unipol Arena, che non è davvero mai nata per noi, ed oggettivamente non era questa la partita in cui potevamo venire a fare risultato. Ad alcuni problemi fisici per i quali non si vede la luce in fondo al tunnel, e mi riferisco innanzitutto a Blackshear, occorre porre rimedio in modo concreto e lo faremo prestissimo. Ora abbiamo assolutamente la necessità di ricompattare tutto l’ambiente, non abbiamo bisogno di contestazioni dal momento che abbiamo un gruppo che per darci… ci dà. Ma se hai limiti oggettivi, e ad esso abbini dei problemi di questo tipo, chiaramente la questione si fa dura. Sono convinto che la Forlì del basket saprà fare quadrato e darci una mano concretamente”. A cui fanno eco le parole di coach Ramagli, tecnico virtussino: “Era importante approcciarla con serietà e concentrazione, detto che l’avversario odierno era una squadra in un momento di difficoltà. Serviva però proporsi col piglio serio, 22 assist con sole 6 palle perse e una positiviva rotazione allargata a tutti i nostri giovani ci dicono che per noi è stata una buona serata”.

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Pallacanestro Forlì 2015

Commenta
(Visited 74 times, 1 visits today)

About The Author