Virtus Cagliari, impegno casalingo contro Marghera

Contro l’Ecodent Alpo per la Virtus Cagliari è arrivata la prima vittoria stagionale. Dopo tanto soffrire, finalmente i due punti che contano davvero tanto. Nulla è cambiato in classifica, se non altro è scomparso quello “0” in classifica, ma il successo di sette giorni fa ha caricato a mille la squadra in vista delle prossime fatiche stagionali. Una scalata verso la salvezza che, ora non deve contemplare errori o distrazioni. Servono i due punti e anche un pizzico di fortuna, sperando soprattutto che le altre squadre, impegnate ad evitare la retrocessione, rallentino un tantino e aspettino l’arrivo della Virtus. L’innesto di Giulia Sarni è stato più che positivo, lo ha capito il gruppo, il coach e la società. Domani il fattore campo, in vista della sfida contro il Marghera, sarà determinante per caricare la squadra e confondere le idee alla compagine lagunare. L’occasione per poter vedere all’opera il neo acquisto Sarni, ma anche applaudire e incoraggiare il rientro in squadra del capitano Eleonora Fava. Il calvario della giocatrice  si può dire praticamente concluso e per coach Montemurro il suo “arrivo” rappresenta una manna dal cielo. Con lei la panchina è più lunga e la possibilità di avere maggiori rotazioni sarà importante in questa fase del campionato.

“Praticamente è il nuovo acquisto stagionale –ammette il presidente della società cagliaritana Riccardo Fava -. La ragazza, in queste settimane ha lavorato con impegno e non vede l’ora di poter dare un grande contributo alla squadra in questa delicata fase della stagione. La vittoria di domenica è stata importante. Le ragazze sono pronte a lottare e sono convinte, domani, di riuscire a incassare altri due punti”.

La squadra, in settimana ha lavorato con intensità ed entusiasmo in palestra. Del resto il successo contro l’Alpo ha come trasformato le ragazze che, ora credono fortemente in se stesse e puntano compatte a conquistare l’obbiettivo stagionale rappresentato dalla salvezza. Tanto entusiasmo che non deve distrarre la squadra in vista della delicata sfida di domani, minuziosamente preparata dal tecnico friulano. Nel Marghera sono diversi i punti di riferimento da tenere sott’occhio. Prima di tutto occorrerà bloccare Irene Mattiuzzo che, finora, a suon di canestri ha trascinato la squadra nelle otto vittorie di campionato. Per lei finora 219 punti realizzati. Poi da non sottovalutare Erika Striulli e Laura Nicolini, vecchie conoscenze del basket isolano. I presupposti per una gara interessante ci sono tutti anche se, per Masic, Scibelli, Pacilio, Sarni, Ballardini, Fava, Zizola e compagne, domani conterà solo la vittoria: ad ogni costo.

 

 

Commenta
(Visited 1 times, 1 visits today)

About The Author