Virtus Cassino - Citysightseeing Palestrina, pregara [aggiornato]

Atto conclusivo del girone d’andata, tredicesima giornata con la capolista Palestrina attesa da una nuova trasferta stavolta ad Atina teatro della sfida con la Virtus Cassino. Classifica che arride pienamente agli arancio verdi ora primi in solitaria con 24 punti, frutto di dodici vittorie in altrettanti impegni, unica squadra ancora imbattuta insieme all’Agropoli dei campionati nazionali. Le prime inseguitrici sono Rieti e Senigallia, a quota 20, che saranno impegnate nello scontro diretto alla ripresa delle ostilità dopo l’Epifania, mentre Montegranaro si è ripresa vincendo il derby e portandosi a 18. Campo non facile quello che ospiterà la Citysightseeing nell’ultimo confronto del 2014, pubblico caldo e ambiente carico dopo la storica promozione dello scorso anno, cavalcata che è valsa la riconferma al coach Luca Vettese. Diversi i nomi nel roster già noti agli habituè della B, il playmaker ex Stella Azzurra Simone Colonnelli, classe 1991, l’ala Romeo Trionfo storica bandiera di Omegna che ha militato anche in Puglia tra Francavilla e Corato, la coppia di lunghi formata da Sgobba, ala 1992 toscana che Palestrina conobbe giovanissimo all’epoca dello scudetto con la maglia di Massa e Cozzile, quando giocava con l’altro neo cassinate Tommaso Ingrosso, bel prospetto passato anche a Treviso e frenato solo da guai fisici. Tutti sopra la doppia cifra di media, come la guardia-ala Castelluccia, ex Gualdo Tadino in B2, mentre si avvicinano molto gli altri due esterni Ausiello e Valentino, che assicurano valide rotazioni al pacchetto dei piccoli di Vettese. A conferma di un roster ampio va ricordato anche l’esperto lungo Vergara (con Ingrosso miglior rimbalzista della squadra), e i giovanissimi Fowler, guardia 1996 scuola Sam cercato anche da Palestrina, e Salzillo, brevilineo play 1995 uscito dalla Under 19 di Caserta.
Squadra solida, equilibrata, con diversi punti di forza, dotata di ottimo tiro da fuori (35% di media, Colonnelli il più pericoloso), ottavo posto con un match da recuperare, andamento finora migliore fuori che dentro casa ma il roster ha buone probabilità di conquistare uno degli ultimi posti playoff disponibili. L’altalenanza di rendimento rende questo match imprevedibile, molto dipenderà dal ritmo che saprà imporre il team arancio verde, come dimostrato com Giulianova quando ha doppiato gli avversari già nel primo quarto.
Giornata che si completerà nel weekend dell’Epifania, causa alcuni rinvii, mentre Palestrina potrà effettuare in quella domenica un turno di riposo. La squadra agli ordini dello staff tecnico si sta preparando anche in questi giorni di festività per presentarsi al meglio ad Atina, un ultimo sforzo in questo 2014 per andare a caccia del record di imbattibilità in un girone, e con la qualificazione alle semifinali di Coppa Italia già in tasca.
Arbitri dell’incontro saranno i sigg. Alessandro Soavi di Cagli e Marco Vittori di Castorano, palla a due alle ore 18.00 al PalaSoriano di Via della Cartiera ad Atina, aggiornamenti in streaming audio su www.ondalibera.it.


E venne il giorno della prima in classifica. Ad Atina , Palasport di Atina Inferiore , alle diciotto della sera di una fredda domenica di dicembre,anno domini 2014, con il calendario che recita il numero 28, andrà in scena la partita tra BPC Virtus Cassino e la lepre del campionato , Pallacanestro Palestrina. 
Una partita dal pronostico scontato a dar retta ai numeri che recitano impietosamente un divario di ben 14 punti in classifica tra le due contendenti. Palestrina comanda il ranking stagionale del girone C della serie B Nazionale con 24 punti, mentre Cassino è relegata all’ottavo posto della classifica con 10 punti. 
Palestrina poi è stata protagonista ed autrice di un percorso netto che non conosce ostacoli, una macchina perfetta , ben oliata e registrata , capace di distruggere sul proprio cammino tutto quello che ha incontrato. Un caterpillar dal percorso netto. E se il lettore va in cerca di una simile performance deve riferirsi unicamente ad un’altra realtà nel panorama cestistico nazionale , Agropoli. Perché anche  la grande Siena e la mitica Fortitudo Bologna hanno conosciuto l’onta della polvere nel loro percorso di vertice di un campionato Nazionale di serie B quanto mai avvincente. 
Partita dicevamo dunque già in archivio? Probabilmente si , sarà così , ma Vergara e compagni proveranno ad insidiare la marcia di Radetski suonata dall’orchestra arancio verde.
Sono purtroppo per i rossoblu cassinati anche i numeri di squadra a condannare in partenza i cassinati. Infatti la statistiche dei singoli sono impietose. Palestrina ha 6 uomini in doppia cifra di media in ambito realizzativo con Di Giacomo , il pivot del quintetto che è vicino ai dieci di media anch’egli. Cassino “solo” cinque. 
Invece le statistiche di squadra non disegnano una partita segnata. Le due squadre viaggiano su un sostanziale equilibrio per quanto attiene la realizzazione. Entrambe le formazioni segnano con il 35% da oltre la linea dei sei metri e venticinque, tirando lo stesso numero di tiri dalla linea dei 3 punti. Da due punti poi le due squadre si equivalgono . 49 vs 52% .
E allora? La differenza la fanno gli atteggiamenti di squadra, Cassino perde 16 palloni a partita contro i 12 della Pallacanestro Palestrina. Ed è in difesa che Palestrina costrusce i propri successi. Subisce poco e con tanta intensità , la squadra di Lulli, ha costruito i propri successi contro Senigallia, Montegranaro e Rieti. Tanto per citare solo alcune delle vittime illustri che sono cadute al cospetto dei prenestini.
Poche volte Gagliardo e soci sono andati in difficoltà e seguiti anche in trasferta da un pubblico eccezionale stanno scrivendo una favola sportiva . 
I cassinati patiranno ancora una volta la non interezza del roster da mettere in campo. Sicuramente assente Ingrosso alle prese con i postumi dell’infortunio patito nella gara vs Giulianova del 28 novembre scorso. 
Sarà dunque l’occasione per vedere un basket di alto livello per i tifosi del lupo rossoblu. Tifosi che vorranno ringraziare la BPC Virtus Cassino che ha regalato alla città martire tante soddisfazioni in ambito sportivo negli ultimi anni . BPC Virtus Cassino che ha riportato il grande basket a Cassino , BPC Virtus Cassino che lo scorso  12 aprile ha vinto sul campo il campionato Nazionale di serie C !
Cassino che ha riscoperto l’orgoglio di sentirsi forte tra i forti , ed è matricola in B nazionale ma che non vuole assolutamente demeritare nella prima apparizione. 
“Siamo una matricola in questo campionato e fino ad ora anche noi della dirigenza stiamo apprendendo le modalità di partecipazione in campionati competitivi e difficili come questo, sicuramente altra cosa rispetto ai campionati regionali” commenta il ds della Virtus , il dott. Leonardo Manzari, ” faremo tesoro di tutto ciò e lo metteremo nel bagaglio delle nostre conoscenze in un futuro prossimo e soprattutto nelle prossime stagioni cestistiche che saranno foriere di tante soddisfazioni per i nostri tifosi. Ora vogliamo concentrarci su questo fine anno e pensiamo di aver invertito la rotta , siamo concentrati e determinati a lavorare bene da qui in avanti.”
Arbitreranno due fischietti marchigiani, Soavi e Vittori, palla a due alle 18,00 presso il palasport di Atina . 

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author