Una Virtus Cassino concentrata e umile supera la lanciatissima Stella Azzurra Roma

Una bella serata al Pala Virtus di Cassino, una di quelle serate che magari non ricorderai per lo spettacolo, ma che di certo potrai ricordare perché i tuoi beniamini hanno lasciato sul parquet ardore e passione, concentrazione e sudore.

“Stare sul pezzo, essere concentrati porta alle vittorie è questo l’insegnamento che tutti noi dobbiamo trarre da questa serata” alcune delle parole di coach Luca Vettese in sala stampa al termine di questa serata dura da affrontare ma poi rivelatasi dolce per i contenuti che ha saputo regalare.

Era in fondo quello che si chiedeva a questa squadra con la “V” rossoblù sul petto.

Onorare una partita complicatissima, conquistata alla fine sul campo con il punteggio di 85 a 74,  condendola con una prestazione tutta orgoglio e concentrazione. In fondo c’era da riscattare la sconfitta patita in terra di Trinacria per mano di Costa d’Orlando dopo un supplementare e soprattutto mettersi alla finestra per vedere poi come andrà a finire tra Valmontone e Salerno in questa corsa a tre per capire chi, al termine della regular season salirà sul gradino più basso del podio di questo girone D del Campionato Nazionale di Serie B di basket.

Un traguardo che le tre compagini in questione si stanno letteralmente contendendo a forza di strappi in classifica e ricuciture, come in una delle più combattute tappe ciclistiche del Tour, con arrivo ovviamente in salita.

La Virtus Cassino, targata Banca Popolare del Cassinate, stavolta però aveva un compito per niente facile da svolgere e soprattutto da risolvere. Al Pala Virtus di Cassino arrivava infatti, come detto, la lanciatissima Stella Azzurra Roma di coach D’Arcangeli. Probabilmente la squadra più in forma del lotto delle componenti del Girone D. I ragazzi stellini infatti avevano prima della palla a due di questa sera uno score del tutto invidiabile avendo infilato una serie di 10 vittorie nelle 11 giornate del girone di ritorno di questa regular season. Avevano infatti subito l’onta della sconfitta unicamente per mano della capolista Palestrina. Al contrario avevano battuto le contendenti al famoso terzo posto, in traferta per giunta, Valmontone e Stella Azzurra, e tra le mura amiche la seconda in classifica, Barcellona . Insomma una gara da far tremare i polsi.

E la BPC Virtus Cassino non ha fallito stavolta.

L’approccio giusto al match, questa la chiave.

Praticamente Panzini e soci hanno condotto sempre avanti il match, mai prestando il fianco a possibili rimonte degli stellini che però hanno a lungo insidiato la leadership del match. I padroni di casa però sono stati in grado di effettuare una partenza da mettere tutte le cose nel verso giusto. 14-6 al quinto minuto di gioco della prima frazione, con i due liberi di un eccellente Matteo Bini (16 punti per lui al termine del match con un eloquente tre su cinque da tre punti ).

Un bell’approccio alla gara e soprattutto alla competizione, valida per questa ventisettesima giornata del girone di ritorno della regular season, sempre in controllo degli atleti allenati da coach Vettese.

Il coach cassinate che è tornato in sala stampa al termine della gara dopo un lungo periodo di silenzio non ha di certo lesinato elogi per la sua squadra.

Una Virtus Cassino che ha regalato molti minuti stavolta ai suoi under, in testa a tutti un ottimo Riccardo Pasquinelli autore di una buonissima prestazione tutta fosforo ed eleganza nella gestione di alcune fasi della gara davvero complicate e culminate di certo con la tripla del +11 al settimo minuto di gioco della terza frazione di gioco. Una tripla che ha fatto esplodere un PalaVirtus che si è spellato le mani per sostenere anche l’altro beniamino di casa, Robert Banach autore di un buon impatto sulla gara allorquando coach Vettese lo ha chiamato in causa.

“Abbiamo fatto tesoro degli errori siciliani” ha commentato al termine della gara Luca Vettese “Abbiamo disputato un ottimo primo tempo, concentrati. Partenza che ha sorpreso di certo i nostri avversari, eravamo infatti molto attenti in difesa concedendo alla Stella Azzurra poche situazioni offensive. Poi devo sottolineare come positivo sia stato l’apporto di tutti i giocatori chiamati in causa, questo vuol dire grande coesione di squadra, anche perché la Stella Azzurra veniva da un trend positivissimo. Sono contentissimo stasera perché la squadra ha appreso molto dalla sconfitta siciliana. Sono altresì felice per l’atteggiamento di tutti gli effettivi della mia squadra; sono contento di Fabrizio De Ninno per come è entrato deciso in quintetto iniziale. Bravo, e sono contento di Riccardo e Robert (Pasquinelli e Banach, ndr). Sapevo di poter contare su di loro, me ne hanno dato prova in questa serata molto complessa tatticamente” conclude l’allenatore rossoblù visibilmente teso in sala stampa ma altrettanto visibilmente felice per l’importante affermazione di squadra ottenuta dalla sua Virtus.

La Virtus Cassino ha dunque regolato la tosta Stella romana. Adesso il campionato nazionale di serie B si ferma per una settimana in occasione della festività pasquale. Gli atleti cassinati ritorneranno sul parquet ad aprile, l’8 aprile per la precisione in quel di Patti. Dunque ancora una trasferta siciliana “Queste sono le partite che bisogna affrontare con la massima concentrazione “ conclude coach Vettese “ E’ vero che esiste un gap tecnico tra le due compagini ma questo viene annullato dalle modalità di approccio alla gara. Noi lavoreremo sin da subito affinchè i nostri ragazzi affrontino questa gara con la massima concentrazione, non possiamo permetterci altri passi falsi per nessuna ragione al mondo”. Pensieri e parole di coach Luca Vettese.   

BPC Virtus Cassino – Stella Azzurra Roma 84-75

Parziali 26-18, 20-23, 18-16, 20-18

BPC Virtus Cassino: Simone Bagnoli 20 (10/15, 0/0), Enzo Cena 19 (3/5, 2/6), Matteo Bini 16 (0/1, 3/5), Lorenzo Panzini 8 (1/4, 2/4), Niccolò Petrucci 7 (1/3, 1/6), Maurizio Del Testa 5 (1/3, 0/4), Robert Banach 4 (2/4, 0/0), Riccardo Pasquinelli 3 (0/0, 1/2), Fabrizio De Ninno 2 (1/1, 0/0), Manuel Carrizo 0 (0/0, 0/0), Giorgio Galuppi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 19 / 21 – Rimbalzi: 34 14 + 20 (Enzo Cena 10) – Assist: 22 (Lorenzo Panzini, Riccardo Pasquinelli 6)

All. Vettese Ass. Incelli

Stella Azzurra Roma: Corbinelli 17 (1/2, 5/8), Rodriguez 15 (2/6, 0/5), Drocker 12 (2/3, 2/4), Cassar 9 (4/5, 0/0), Bayehe 6 (3/5, 0/0), Eboua 6 (2/6, 0/1), Caceres 4 (2/3, 0/0), Penè 2 (1/1, 0/0), Donadio 2 (1/1, 0/1), Ianelli 2 (1/1, 0/0), Spagnolo 0 (0/0, 0/0), Reale 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 16 / 19 – Rimbalzi: 22 4 + 18 (Paul Eboua 6) – Assist: 11 (Rodriguez 4)

All. D’Arcangeli

Commenta
(Visited 30 times, 1 visits today)

About The Author