Virtus Cassino, esperienza e centimetri sotto canestro con Njegos Visnjic

La BPC Virtus Cassino è lieta di comunicare l’acquisizione delle prestazioni sportive dell’atleta Njegos Visnjic, in forza nella scorsa stagione alla Virtus Arechi Salerno, per l’annata agonistica 2020/21.

Atleta classe ’79, l’atleta serbo ha alle spalle una grande esperienza nelle minors italiane.

Il giocatore serbo vanta ben 18 campionati vinti e più di 10.000 punti realizzati nei campionati italiani. Comincia il suo percorso cestistico in Italia a Melfi, nel 2001-02 in serie C, per poi trasferirsi nei tre anni successivi a San Severo, Foggia e Lucera, dove chiude la stagione con ben 25 punti di media a gara.

Nel 2006 è a Trino (Serie C), in Piemonte, dove tra regular season e playoff, mette a segno 34 punti di media a partita, con 10 prestazioni da almeno 40 punti e un high-score da 55 nel match contro Derthona.

Nel 2007-08 firma a Novara, sempre in serie C, dove chiude a 31 di media; passa poi, nelle ultime giornate di campionato, ai Draghi Novara in A2, e mette a segno nelle 8 presenze nel secondo campionato nazionale, 6.5 punti di media.

Dopo l’esperienza in A2, torna ad essere dominatore assoluto delle Minors: è la volta di Meda, poi Agropoli, Benevento e Maddaloni. In Campania centra 3 promozioni consecutive in C1 con altrettanti titoli di capocannoniere (rispettivamente con 24.3, 22.8 e 24.1 punti di media, ndc). Nel 2012 decide di sposare la causa del Cilento Basket Agropoli in D. Qui comincia la cavalcata trionfale che ha portato nel giro di pochi anni la formazione campana, poi divenuta Cuore Napoli Basket, dalla D alla A2: dalla D alla C2, dalla C2 alla C1, si arriva fino in B, dove, come anticipato, la società cambia nome e sede da Agropoli a Napoli, ma sempre con Njegos come faro e simbolo. La stagione 2016/17 è storia, con Visnjic che trascina il Cuore Napoli in A2 grazie anche ai suoi 31 punti nella sfida decisiva nello spareggio promozione con Bergamo, nonostante le 38 primavere. Nelle semifinali playoff della medesima annata sportiva, batte proprio la Virtus Cassino di coach Luca Vettese, al termine di 5 gare piene di passione, verve agonistica e pubblico. Chiude la sua prima stagione in B con oltre 17 punti di media. In estate per problemi burocratici si chiude l’avventura napoletana, e da qui l’approdo a Palestrina, dove firma 18 punti di media a partita con 9 rimbalzi. Nel 2018/19 firma dapprima alla HSC Roma, per poi trasferirsi a Salerno, dove rimane fino al termine (seppur anticipato) della stagione 2019/20. Chiude la sua ennesima avventura in Campania a 12 punti di media a partita con 9 rimbalzi.

Lungo atipico che può giocare sovente lontano dai ferri, è dotato di un ottimo tiro, eccellente facilità di passaggio e tatticamente risulta dominante per movimenti e giochi sotto canestro. Caratteristiche che hanno determinato un interessamento forte, verso Njegos, da parte del DS Manzari, che riesce a mandare in porto la trattativa per il suo arrivo in maglia rossoblù.

Queste le prime parole del nuovo lungo cassinate al momento della firma: “Al mio rientro da Belgrado, dopo il lockdown dovuto alle note vicende del Covid-19, sentendo il mio entourage, ho avuto l’opportunità di giocare per la Virtus Cassino, una società solida e determinata, che ha sempre puntato, in questi anni, al miglior risultato possibile, non tirandosi mai indietro davanti niente e nessuno. Una possibilità, questa, che non potevo lasciarmi scappare. La proprietà, anche quest’anno, ha costruito un roster davvero molto interessante, e che sicuramente ha attirato la mia attenzione e ha favorito la mia scelta di firmare il prossimo anno per questo importante club. Nella stagione sportiva ventura mi piacerebbe unire al meglio le nostre esperienze e raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati con la dirigenza. L’auspicio è quello di rendere il club il più competitivo possibile, e di esprimere in campo un atteggiamento e un comportamento vincente, sempre, su ogni campo dove andremo a giocare. Ringrazio la società per l’opportunità che mi ha concesso di far parte di un team con questa caratura tecnica. Spero di poter essere d’aiuto il più possibile ai miei compagni e allo staff tecnico, e che la mia esperienza sia di aiuto al roster per esprimere in campo il miglior gioco possibile. Saluto tutti i nostri tifosi e ci vediamo presto”.

Da parte di tutta la società, un caloroso ‘in bocca al lupo’ a Njegos per questa sua nuova esperienza all’ombra dell’abbazia.

Commenta
(Visited 94 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.