Virtus, il trittico inizia a Ozzano

Un trittico fondamentale: Ozzano e, soprattutto, la coppia San Marino-Ferrara testeranno le reali ambizioni e possibilità di questa Virtus. Una Virtus che ha iniziato il 2016 col piede giusto vincendo, anche abbastanza agilmente, con Castelfranco. «Temevo molto la partita con Castelfranco – attacca coach Alfieri –. Dopo quasi un mese di stop era un match che poteva presentare tante insidie. È vero, ci eravamo tenuti al passo con due amichevoli, ma le amichevoli, inevitabilmente, non forniscono tutte le indicazioni necessarie. Per fortuna è andata come doveva andare e abbiamo portato a casa i due punti».

Adesso viene il bello. Comincia con il posticipo serale a Ozzano (alle 21 e non alle 20.30 come inizialmente il calendario prevedeva), contro i New Flying Balls, la terna di partite che deciderà una grossa fetta di campionato. «Ozzano ha raccolto decisamente meno di quello che ha seminato – prosegue il tecnico giallonero –. Speriamo sia così anche contro di noi. Guazzaloca, Gianasi, Rambelli, Carretti e Rossi compongono un quintetto di ottimo livello. Dovremo stare attenti principalmente a quei cinque, senza però sottovalutare chi sale dalla panchina».

In settimana Porcellini e Grillini hanno lavorato a parte per un piccolo affaticamento dovuto al richiamo atletico natalizio, ma saranno certamente della partita. Il resto della truppa giallonera è a completa disposizione «e col morale alto – chiosa “Alfio” –. Affrontiamo questa partita con grande determinazione e consapevoli della posta in palio, cercando di non ripetere gli errori commessi domenica scorsa, penso soprattutto ai rimbalzi offensivi. Poi, da martedì, inizieremo a pensare a San Marino. Ma fino ad allora, testa solo ad Ozzano».

 

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author