Virtus Imola, si chiude il cerchio

«Sono particolarmente felice che Enrico Francesconi abbia accettato di rimanere con noi, sacrificandosi in un ruolo che considero fondamentale, in una stagione così importante e impegnativa. In partenza, infatti, Enrico sarà l’undicesimo». È Francesco Bettazzi, in prima persona, ad annunciare il rinnovo di Francesconi che, come spiegato dal tecnico giallonero, avrà un ruolo particolare e delicato al tempo stesso in squadra. «Sono consapevole avrebbe meritato maggiore visibilità, come dimostrano le offerte che ha ricevuto da squadre della nostra stessa categoria. Ho però la convinzione che, per aiutare Umberto Sassi nella sua maturazione, sia necessario accreditare fiducia a chi, per la prima volta, non sarà più un semplice under, chiedendogli in cambio il senso di responsabilità del giocatore vero e adulto».

Sassi è una scommessa per Bettazzi. Lo dimostra il fatto che, già da inizio settimana, è con lui in palestra «tutti i giorni per allenamenti individuali nei quali misurarne non tanto il talento (che già mi è noto), quanto la sua voglia di esprimerlo e la sua capacità di sopportare lavoro, fatica e giudizi. Voglio tirare la corda e metterlo alla prova. Lo voglio fisso nei dieci, io (e Francesconi) gli lasciamo le porte della prima squadra aperte, sta a lui dimostrarmi di avere voglia di sfondarle. La stagione che andiamo a cominciare sarà molto dura per Sassi, perché se il posto nei dieci è figlio della mia fiducia, ogni secondo che si guadagnerà in campo sarà figlio del suo sudore».

La chiosa finale, invece, è ancora per Francesconi. «Enrico, da vero uomo Virtus, ha capito la situazione ed è consapevole che la consacrazione di Umberto vale come un campionato vinto. Quindi, grazie Enrico e sotto col lavoro Umbi!».

Commenta
(Visited 1 times, 1 visits today)

About The Author