Virtus Lido - Albignasego Basket 78-63

L’Albignasego Basket torna senza punti dal Lido di Venezia

Torna di nuovo a mani vuote l’Albignasego Basket dalla sua quarta trasferta stagionale. La squadra albignaseghese stavolta deve cedere il passo alla Virtus Lido, dopo una partita combattuta ben più di quanto attesti il -15 del finale di gara (78-63). Risultato fin troppo severo per i ragazzi di Giovanni Pellecchia, che si sono arresi all’allungo dei veneziani negli ultimi 3’ dell’incontro. Valutando la prova dei gialloneri, è stato un Albignasego, che ha tenuto bene il campo, ma a cui è forse mancato un pizzico di cattiveria nel momento cruciale del match.

VANTAGGIO GIALLONERO. Galvanizzati dalla prova positiva con il Bussolengo (sconfitto nel weekend dal Litorale Nord, prossima avversaria dell’Albi) e dalle due vittorie con Europa Bolzano e Quinto, i padroni di casa trovavano il +8 nel primo tempo, supportati anche da ottime percentuali dal campo (38-30). Nella seconda metà di gioco, gli ospiti ripartivano forte, concedendo pochissimo in difesa alla formazione di coach Giangaspero (un punto in 5’) e mettendo per la prima volta il naso avanti al 27’ con un gioco da 5 punti di Vizzotto, frutto di una tripla e un successivo canestro da due punti (47-50). Nasceva così un serrato scontro punto a punto, in cui nell’ultimo quarto erano decisivi i singoli episodi.

EPIDODIO DUBBIO. Sospinto dal proprio pubblico, Lido passava ancora a condurre, dilatando il margine di vantaggio fino a 7-8 lunghezze. Nicolò Vianello, al rientro dopo un infortunio, che già nelle prime due frazioni aveva creato scompiglio nella difesa giallonera, sfruttando il gioco pick and pop, saliva in cattedra infilando quattro triple “tagliagambe”, che fiaccavano la resistenza albignaseghese. Il resto lo faceva Marco Rosada, che alle sue penetrazioni al fulmicotone aggiungeva anche due bombe pesantissime nei minuti finali. Quando il tabellone luminoso segnava 2 minuti esatti da giocare, coach Pellecchia chiamava timeout pensando di poter impostare una rimessa in attacco, ma gli arbitri indicavano il fondo sostenendo che il cronometro fosse stato arrestato a 1’ 59’’. Decisione dubbia, ma che alla fine ha inciso, come il campo del Lido reso viscido dall’umidità, che ha fatto scivolare in diverse occasioni i giocatori padovani, aprendo anche la strada per due tiri da tre veneziani.

DOMANDA CHIAVE. Perché Albignasego non riesce ancora a vincere lontano dal Pala San Lorenzo? «È vero, finora la storia dice questo: 4 vittorie in casa e altrettante sconfitte fuori – ammette Pellecchia – Ma i ko esterni raccontano storie diverse. Tolte le gare a Bolzano e Bussolengo, dove non eravamo al completo, l’unico vero “tonfo” è stato quello nel derby con Limena. Non posso certo essere contento della partita, anche se la squadra ha dimostrato carattere recuperando un disavanzo di 11-12 punti. Purtroppo, alcune disattenzioni sono state fatali e dobbiamo diventare più bravi in attacco, capitalizzando la mole di gioco prodotta. Il gruppo però è super e sono sicuro che se continueremo ad allenarci bene i risultati arriveranno».

Il tabellino: VIRTUS LIDO-ALBIGNASEGO BASKET 78-63

VIRTUS LIDO: Rosada M. 24, Rosada S. 5, Saoner 16, Vianello G., Bassini, Enzo 4, Vianello N. 16, Frison, Mazzarolo 5, Lazzari 8, Ragazzi n.e. All. Giangaspero.

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 4, Scarpa 10, Roin 10, Ferro, Nanti F. 7, Livio 10, Fabian, Berti 2, Caraffa, Cecchinato, Navaglia 3, Vizzotto 17. All. Pellecchia, viceall. Pavanato.

Arbitri: Sandu di Paderno (Tv) e Dal Bello di Castello di Godego (Tv).

Note: parziali: 15-13, 23-17 (38-30), 14-23 (52-53), 26-10 (78-63); tiri liberi: Lido 15/25, Albignasego 11/14; tiri da tre: Lido 9 (Rosada M. 2, Saoner, Vianello N. 5, Mazzarolo), Albignasego 8 (Scarpa, Roin, Nanti F., Vizzotto 5); falli di squadra: Lido 16, Albignasego 25; usciti per 5 falli: Nanti M. e Navaglia; fallo antisportivo: Scarpa (10’).

Commenta
(Visited 7 times, 1 visits today)

About The Author