Virtus Pozzuoli – Bk Sarno 75 – 81

Virtus Pozzuoli – Bk Sarno 75 – 81

VIRTUS POZZUOLI: Orefice 10, Longobardi, Gargiulo ne, Caresta ne, Orsini 16, Luongo 8, Aprea 10, Errico 4, Bastoni 15, Innocente 12. Coach Serpico.

 

SARNO: Ferrara 15, Beatrice 16, Guadagnola NE, Moccia 9, Malerba NE, Auriemma 9, Bennet, Milone 16, Robinson 16, Cardasco ne. Coach Corrado

ARBITRI: Alessandro Ascenzi (Caserta) e Laura Russo (Venafro, Is).

PARZIALI: 18 – 22, 33 – 47, 53 – 58,

USCITI PER FALLI: Robinson (SA), Orsini (Gma)

 

Spettacolo al PalaErrico. Sarno non fallisce l’appuntamento con il 10° successo consecutivo (75–81), ma al PalaErrico deve sudare per scrollarsi di dosso una Gma mai doma. La Virtus Pozzuoli ha lottato anche contro la sfortuna che l’ha privata in corsa di Bastoni ed Errico (ed era già priva dalla vigilia di Loncarevic).

Avvio di gara interessate con i viaggianti che sbagliano pochissimi tiri rispetto ai locali che caricano di falli (4 in 4’) gli avversari (7–12 al 4°). Intensità altissima e buon ritmo caratterizzano questa frazione in cui entrambe le squadre si impegnano tantissimo in ogni aspetto del gioco. Aumentano i falli con gli arbitri che devono dialogare spesso con le panchine. Il punteggio sorride sempre agli ospiti, ma di poco (16–19 al 9°). La tripla di Ferrara amplia la forbice che è ridotta dalla doppia di Orefice (18–22 al 10°).

Buon impatto sul quarto dei partenopei che, con i canestri di Errico ed Orefice, risalgono sino al –1 del 12° (23–24). La partita è molto bella, veloce, avvincente. Le sostituzioni contribuiscono a tenerla viva. Le alterne fortune delle soluzioni attuate dalla formazione fanno oscillare il risultato. I salernitani toccano il +7 al 14° (23–30) ed al 17° (31–38), ma i napoletani sono carichi, determinati (nel mezzo 31–33 al 16°). Il time out è fatale ai padroni di casa che alla ripresa delle ostilità sprofondano a –14 al 20° (33–47).

Giusto il piglio dei locali che lavorano molto bene in difesa (almeno 10 tra recuperi e rimbalzi catturati), meno in attacco. La rimonta è graduale: 39–50 al 23° (6–3), 44–50 al 25°(5–0), ma consente di riaprire l’incontro e costringere coach Corrado a spendere ben due time out per dare nuove indicazioni ai suoi ragazzi che sono in evidente difficoltà.  Robinson (4) e Ferrara (2) si caricano sulle spalle il team (già in bonus al 27°), ma Bastoni (5) e Orefice (3) tengono a debita distanza i gialloblù: 49–56 al 29°. Divario leggermente ridotto al 30° (53–58).

Beatrice prova a schiantare i rivali (53–60) che sono molto vivi, determinati e lo dimostrano con la tripla di Innocente: 56–60 al 31°. Difese meglio degli attacchi per alcuni possessi prima dei fuochi pirotecnici con la cinquina di Aprea che vale il –1 al 34° (64–65). Una fiammata che scuote i salernitani che piazzano un deciso 6–0 (Ferrara 1, Beatrice 2, Moccia 3): 64–71 al 36°. Immediata la sospensione per l’allenatore dei flegrei. Sfruttato a dovere il tecnico inflitto alla panchina viaggiante (67–71 al 37°). Un’ulteriore iniezione di fiducia, energia per la Gma Virtus che crede nel colpaccio (73–76 al 39°). Dalla lunetta Ferrara (1), Milone (2) e Moccia (1), Beatrice (1) chiudono il match (75–81).

 

UFFICIO STAMPA VIRTUS POZZUOLI

Andrea Di Natale

Commenta
(Visited 11 times, 1 visits today)

About The Author