"Virtus Roma, la carica di Baldasso: "Contento di essere qui, siamo pronti ad una grande stagione""

Conosciamo meglio Tommaso Baldasso, giovane play-guarda del 1998 in prestito triennale alla Virtus Roma da Torino. Baldasso ha esordito domenica scorsa nella Serie A2 Citroen nella vittoria contro la Moncada Agrigento. Nei 17 minuti che lo hanno visto in campo, il ragazzo torinese ha servito 4 assist e segnato una tripla fondamentale nell’ultimo periodo.

Tommy, è la prima volta nella tua vita nella quale ti ritrovi a vivere lontano da casa, come ti stai trovando?

«È vero, è la prima volta e devo dire che è davvero è un’esperienza forte. Però mi sto trovando a mio agio, la città è grande e bella e sono contento di essere venuto qui. Mi trovo molto bene anche nella vita di tutti i giorni: ho tutto a portata di mano, non mi manca niente e sono tutti molto accoglienti con me. È davvero una esperienza positiva e sono convinto che andrà sempre meglio».

Cosa ti ha convinto questa estate a scegliere la Virtus Roma?

«Sicuramente la storia della società. Stiamo parlando di una squadra che ha fatto la storia della pallacanestro in Italia e che ha una grande tradizione. Per me è un fattore molto importante: sinceramente avrei fatto fatica a lasciare la mia Torino per una piazza senza tanta passione o con poca storia. Poi anche la città è molto invitante».

Quello di quest’anno è un gruppo giovane, ma tu sei comunque il più piccolo. Come ci si sente in questa posizione?

«Devo dire che mi sento alla pari con tutti, sto bene con tutto il gruppo. Poi ovviamente il fatto che io sia il più piccolo comporta qualche scherzo in più, però nessuno fa differenze perché siamo un gruppo molto compatto, unito, e stiamo bene tra di noi; la mia età non ha comportato problemi di inserimento, anzi….».

Domenica c’è stato il tuo esordio in Serie A2, oltre che con la maglia di Roma. Hai avuto minuti significativi nei quali hai anche fatto delle giocate importanti. Come è stato?

«Onestamente ero un po’ in ansia a inizio partita, non sapevo come sarebbe stato entrare in campo. È stato molto emozionante entrare nel Palazzetto, mettere per la prima volta i piedi in un campo di Serie A e giocare in una gara così tesa e importante. Sono contento che coach Corbani mi abbia dato tutto quello spazio, mi ha dato tanta fiducia e io ho provato a ripagarla nel migliore dei modi cercando di fare quello che mi sentivo al meglio delle mie possibilità. Sono stato molto contento, spero di continuare così».

Come vedi la stagione della Virtus Roma?

«Alla grande! Alla grande perché siamo un gruppo eccellente, ci alleniamo sempre forte tutte le volte. Tutti in campo ci aiutiamo l’un con l’altro e siamo molto uniti anche fuori. Credo si possa fare una grande stagione sotto ogni aspetto se continueremo ad allenarci così e a lavorare come stiamo facendo. Sono molto ottimista».

Commenta
(Visited 34 times, 1 visits today)

About The Author