Virtus Velletri, ancora spazio agli Aquilotti

A Stefano D’Orazio, colonna della prima squadra della Virtus Velletri impegnata nel campionato di Serie C Silver, sono stati affidati quest’anno due gruppi, uno dei quali rientra nella categoria Aquilotti. Il rapporto che si sviluppa in questi casi va oltre quello tra allenatore e allievo, molti bambini infatti vengono a vedere anche le partite della prima squadra per vedere il loro istruttore all’opera. Ma ovviamente rimane tutto nell’ambito del gioco per ora, per iniziare a fare sul serio c’è ancora tempo. Sebbene iniziare presto a coordinarsi con la palla e con i compagni di squadra sarà in futuro un elemento importante per raggiungere risultati migliori.

Il secondo gruppo Aquilotti della Virtus Velletri per la stagione 2015/2016: Roberto Alessandroni, Francesco Angeletti, Gabriele Cerlini, Leonardo Cerlini, Gabriele Colasanti, Davide Cugini, Michele De Rosa, Federico Di Silvio, Edoardo Landi, Andreas Michele Matei, Dario Emil Mattoccia, Matteo Morsilli, Jacopo Pappagallo, Alessandro Scarcella, Gabriele Pennacchini.

Ciao Stefano, che ci dici della stagione sportiva del gruppo?

Salve, la stagione sportiva sinceramente sta andando molto bene. Vedo i ragazzi veramente contenti di partecipare a questo campionato. Sono rimasto stupito dal fatto che difficilmente i ragazzi saltano qualche partita o allenamento. Hanno approcciato subito bene con l’impegno nel weekend nonostante fosse il primo anno di campionato effettivo”.

Raccontaci qualcosa delle lezioni/allenamenti?

Obiettivo delle lezioni è farli divertire come prima cosa. Cercare sempre di proporre giochi adeguati al loro livello, cosa non facile in quanto sono in continuo cambiamento. Vogliamo soprattutto renderli indipendenti, cercando di fargli comprendere il gioco consentendo loro di effettuare scelte in maniera autonoma. Inoltre a mio avviso è sempre importante che i bambini sappiano comportarsi all’interno di un gruppo ed interagire tra loro.”

Ci sono già dei risultati particolari che il tuo gruppo ha raggiunto?

I risultati che il gruppo sta raggiungendo sono un costante miglioramento delle conoscenze e delle abilità collettive e individuali anche grazie a questo campionato che ha reso l’idea vera e propria della partita, delle regole da rispettare e infine del concetto di squadra, in quanto sono parti fondamentali del nostro sport.

Vuoi dire qualcosa ai tuoi ragazzi?

Il messaggio che voglio lasciare ai ragazzi è questo: continuate così, con questa passione e questa voglia, siete bellissimi. Prima regola sempre e solo DIVERTIMENTO.

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author