Virtus Velletri: le vittorie consecutive diventano quattro

Stelle Marine – Virtus Velletri: 67-71

Parziali: 18-24; 20-12; 10-17; 19-18

Stelle Marine: Cristofari 17, Porcaro 10, Maglione, Maiello 5, Cardi 3, Battisti 3, Ciniglio Appiani 5, Troiani 19, Bogunovich 6, Giuntella. All.re: Pasquinelli.

Virtus Velletri: Pie, Mancini 6, Filippucci 18, Sica 4, D’Orazio 13, Rosichini 8, Marinelli 4, Prosperi, Garbellini 5, D’Amico 13. All.re: Mancini.

Un turno ricco di grandi assenze per le due squadre (Pappalardo, Lanfaloni e Amantini per Ostia e Garofolo, Borro e Parisi per Velletri) ma che non ha risentito troppo a livello di gioco, e infatti la partita è stata bella, combattuta ed equilibrata. Alla fine a vincere, per la quarta volta consecutiva in campionato, è stata la Virtus Velletri che dimostra ancora una volta di riuscire a partire meglio in trasferta piuttosto che in casa.

I gialloblu tentano la fuga già nel primo quarto con Filippucci sugli scudi (sarà alla fine il top scorer della squadra ereditando per una sera il testimone da D’Orazio) e una buona difesa sul perimetro. Nel finale di primo quarto torna decisa la squadra di casa con Cristofari e Troiani a segnare da tre punti ma il vantaggio è ancora dei veliterni.

Le Stelle Marine, che come sempre veleggiano in testa alla categoria, rimettevano in sesto la difesa e riuscivano nel sorpasso sul finale della seconda frazione, arrivando al riposo lungo avanti di due punti con la squadra veliterna che diminuiva notevolmente l’intensità della difesa, perdendo tantissime lotte a rimbalzo contro i lunghi di Ostia.

La Virtus però ci credeva ancora e reagiva a metà del terzo quarto, dopo aver toccato il massimo svantaggio sul -5, trovando canestri pesanti con tutti gli elementi in campo. La partita tuttavia sembra cambiare definitivamente dopo l’espulsione di Porcaro sul finire della frazione. Terzo quarto caratterizzato in effetti da tantissimi falli, che entrambe le squadre non riescono a capitalizzare con percentuali disastrose ai liberi (3/13 nella frazione per i veliterni).

Nell’ultimo quarto l’equilibrio regna sovrano con continui sorpassi tra le due squadre, sebbene siano i veliterni a gestire meglio i possessi finali. D’Orazio puntella il +3 a 40” dalla fine dopo che Ostia fallisce il sorpasso nell’azione precedente. Finale deciso ai liberi Con D’Orazio che riporta a +4 i veliterni a 20”, Ostia risponde con una rapida penetrazione con Ciniglio e -2 ma incredibilmente non approfitta, con Cristofari, di una sciagurata rimessa sbagliata dai veliterni che lancia il contropiede Ostiense. Ancora fallo sistematico e questa volta è Mancini a chiudere i conti in favore dei veliterni con il definitivo 2/2 a pochi secondi da giocare. Un match davvero entusiasmante e di fondamentale importanza per il cammino della Virtus Velletri, che ora si ritrova al secondo posto in classifica a quattro lunghezze dalla capolista Formia in compagnia del Fonte Roma Eur. Ora l’ambiente gialloblu si aspetta la stessa concentrazione dimostra a Formia, Santa Severa e Ostia anche sul campo di casa, sabato 19 dicembre alle 18, contro il St. Charles di Roma.

Commenta
(Visited 8 times, 1 visits today)

About The Author