Vittoria esterna del Su Stentu Sestu: Iseo non riesce nella rimonta

Argomm Iseo-Su Stentu Sestu 82-88   (25-19; 39-37; 58-67)

Iseo: Acquaviva, Prestini 33, Crescini 11, Leone 13, Azzola 13, Dell’Aira, Saresera 1, Giorgi 4, Veronesi, Scuratti 7. Allenatore: Mazzoli

Su Stentu: Graviano 11, Trionfo 10, Scodavolpe 24, Elia 2, Villani 2, Samoggia 27, Pilo 2, Laguzzi, Varrone 2, Melis 8. Allenatore: Sassaro

Missione compiuta: il Su Stentu Sestu fa suo lo scontro diretto in chiave salvezza sul campo dell’Argomm Iseo ottenendo la quarta vittoria consecutiva nel campionato di Serie B. Successo di capitale importanza per i Pirates, che si portano così a +4 rispetto all’ultima posizione in classifica occupata proprio dai gialloblu di Mazzoli, in svantaggio anche nel conto degli scontri diretti. Fondamentale, ancora una volta, il contributo di Samoggia e Scodavolpe, autori di 51 punti in due, mentre Iseo è stata trascinata (soprattutto nella prima parte di gara) da Prestini, a referto con 33 personali.

 

LA GARA – Le prime battute dell’incontro sono caratterizzate da un grande equilibrio: il Su Stentu mantiene il vantaggio fino al 9-11, poi subisce l’accelerazione di Iseo, che sorpassa con un parziale di 13-0 e tocca anche il +11 grazie alla bomba di Azzola. Con una nuova fiammata firmata Graviano e Trionfo, però, i Pirates tornano a contatto al 10’ (25-19), per poi portarsi col fiato sul collo dell’avversario in apertura del secondo periodo (-1, 28-27). Da questo momento in poi si gioca punto a punto: Prestini è indiavolato (20 punti già all’intervallo) e spinge avanti Iseo, ma Samoggia risponde a dovere permettendo al Su Stentu di andare negli spogliatoi a un solo possesso di distanza dai padroni di casa (39-37).

 

Nel terzo periodo, dopo una nuova fase di equilibrio, l’Accademia si spinge sul +9 (58-67) all’ultimo mini riposo: in questa fase, oltre ai canestri dall’arco del solito Scodavolpe, pesano anche i punti realizzati da Melis, preziosissimo in uscita dalla panchina (8 punti, 4/4 al tiro).

 

Nelle fasi iniziali dell’ultimo quarto il Su Stentu arriva a toccare la doppia cifra di vantaggio con Villani (61-71), ma Iseo non si arrende e gioca il tutto per tutto. Prestini riprende a fare canestro, e ben presto i padroni di casa tornano sul -2 (73-75). I sestesi, dal canto loro, non perdono la lucidità, e conservano la testa dell’incontro grazie anche alla freddezza di Scodavolpe dalla lunetta. Al 40’ il Su Stentu raccoglie così il successo per 82-88 e continua a marciare verso l’obiettivo della salvezza. Ora, con il campionato fermo per la Coppa Italia, Elia e compagni potranno usufruire di un turno di riposo, utile per concedere un po’ di riposo agli acciaccati.

 

“Questa partita aveva un peso specifico notevole – dice coach Sassaro – ed essere riusciti a vincerla è molto importante per noi. Siamo stati ondivaghi, alternando buone giocate e sbavature. Il momento più difficile è arrivato nel secondo quarto, quando siamo finiti sotto di 11 dopo alcune palle perse evitabili. Ma non abbiamo perso la testa e siamo riusciti a ricucire, e questo è un segnale della crescente consapevolezza che la squadra sta raggiungendo. Oggi ognuno dei componenti del roster è riuscito a portare il proprio mattoncino per la vittoria finale, e questo è un altro aspetto molto incoraggiante. La salvezza diretta? Non mi sembra il caso di parlarne – prosegue – ragioniamo ponendoci un obiettivo per volta, e al momento siamo ancora concentrati nell’evitare l’ultima piazza in classifica”.

Ufficio Stampa Su Stentu Sestu 

Commenta
(Visited 24 times, 1 visits today)

About The Author