Vittoria esterna per l'Aux Cus che passa a Fossano

Sul campo della squadra più in forma del momento – il Fossano veniva da 6 vittorie nelle ultime 7 giornate, compresa quella dello scorso turno in casa della capolista Crocetta -, l’Auxilium CUS sfodera la migliore prestazione difensiva della stagione e porta a casa due punti importantissimi nella corsa ai playoff.
I gialloblu di Arioli comandano le operazioni dal primo all’ultimo minuto, trascinati da un Russano in formato deluxe, dall’esperienza di capitan Campanelli e dai rimbalzi di Marengo (13 il totale): Torino tocca anche il +16 e gestisce il vantaggio senza mai andare in affanno, anche quando, per riportarsi in carreggiata i padroni di casa, protagonisti di una gara sotto tono, la mettono sulla bagarre.
La partenza è a ritmi elevati ed è presto chiaro che non è giornata per gli attacchi.
Torino gioca dentro per Marengo ma è sugli esterni e grazie all’anticipo che piazza il primo strappo della partita, che è poi anche quello decisivo. Campanelli colpisce da 3 in diagonale, poi recupera a metà campo, corre in contropiede, segna e subisce fallo: il 4-8 del 2’ convince il Fossano a parlarci sopra.
Al rientro ancora un recupero con contropiede facile facile di Campanelli, i cuneesi sparano a vuoto, giocando con scarsa lucidità. L’Auxilium CUS non ne approfitta subito, fallisce l’allungo in almeno 5-6 occasioni, sbagliando parecchio da lontano, ma poi prende il largo con Di Matteo e Chiotti: le due triple valgono il +10: 8-18. Doppiato poco dopo quando Russano, sull’ennesimo recupero difensivo – nel frangente la retroguardia gialloblu sembra avere un calamita a polo opposto rispetto alla palla -, serve per Campanelli: altro gioco da 3 punti, 10-20 al 9’.
Il Fossano che si ripresenta in campo dopo la prima mini-sosta sembra più convinto: Milone strappa la sfera dalle mani di Crespi, realizza da sotto e subisce fallo: il libero non va, ma ora il vantaggio cussino è di appena 5 punti: 16-21.
Torino è padrona incontrata dei rimbalzi vicino alla propria tabella: su uno di questi Di Matteo è fermato con fallo antisportivo da Comino: 2su 2 dall’altra parte. Ancora un recupero cussino, Conti ribalta in fretta per Stola, che in contropiede segna il 16-25 del 14’.
Errori da fuori di qua, errori da fuori di là, è comunque ancora l’Aux CUS a sbloccare un paio di minuti di punteggio fermo, con un’altra bomba, di Russano, contro la prima chiamata di zona avversaria. Gli ultimi due minuti del primo tempo sono tutti di Ripepi: prima cattura un rimbalzo offensivo in mezzo alla 3-2 e la mette dentro, aggiungendoci il libero supplementare; poco dopo si ripete, il rimbalzo in attacco stavolta è un po’ casuale, ma l’ala gialloblu non è che sta a guardare tanto per il sottile e traduce altri due punti: 20-33.
Al riposo il Fossano ci va sotto di 11 lunghezze e con uno 0 su 10 da tre punti che spiega soltanto in parte l’inconsistenza di giornata dei biancoblu ma è comunque significativo. Per contro il 4 su 17 di Torino dall’arco a metà gara tiene sul ‘chi vive’ i gialloblu, perfetti nella fase arretrata ma non sempre cinici sul lato opposto.
Il gioca da 3 punti di De Simone che inaugura la ripresa sembra dire che il vento può ancora cambiare. E invece Torino, con pazienza, risponde da grande squadra: Campanelli dall’angolo ne infila 3 di valore capitale, Russano aggiunge un altro carico pesante da oltre 8 metri, ma è ancora e sempre la difesa a fare la differenza, negando per 5 lunghissimi minuti la via del canestro ai padroni di casa.
Sul 25-41 del 25’ l’Auxilium CUS prende fiato e il Fossano si rianima: un siluro di De Simone riporta lo rimette a -9. Poi un doppio tecnico, a Russano e Milone, costringe l’esterno di casa, marcato come meglio non si potrebbe, così come il compagno di reparto Maffeo, a ripiegare in panchina con 4 personali.
Al tentativo di rientro di De Simone mettono un freno Campanelli in contropiede e i 2 su 2 dalla linea di Di Matteo e Russano: 39-50 alla mezzora.
L’ultimo quarto si apre come si era chiuso il precedente: Torino attacca il canestro avversario e va in lunetta con Conti e Ripepi. Il doppio 1 su 2 rimpolpa il vantaggio esterno.
Poi il proscenio se lo prende tutto Russano: recupero e assist spettacolare per Conti: 39-54 con 8 minuti e mezzo da giocare.
De Simone non ci sta e da solo ridà speranza ai locali: 48-56. Arioli ferma tutto e al ritorno in campo l’impeto dei padroni di casa è spento dalla precisione di Russano a gioco fermo: 4 su 4 in un minuto, frutto di due perse fossanesi di fila.
Non è finita, perché Torino molla per qualche secondo la maniglia e Milone tiene aperta la sfida con due liberi: 60-53 al 38’. L’Aux CUS non tira entro i 24 secondi, Maffeo ci prova da tre, senza esito e sul rimbalzo spinge con energia Russano fuori dal campo. Fallo, altro 2 su2 a cronometro fermo del play cussino (11 su 14 alla fine).
Il Fossano è sulle gambe, altro recupero gialloblu, altro fallo di Maffeo sull’imprendibile Russano: altro 2 su 2 dalla lunetta: 55-64 al 39’. I locali falliscono il millesimo tiro di una serata da dimenticare, rimbalzo difensivo di Di Matteo, apertura per Chiotti, fermato ancora fallosamente: 2 su 2 e tutti a casa.

 

BASKET FOSSANO-AUXILIUM CUS TORINO 57-66
Parziali: 12-21, 22-33, 39-50
FOSSANO: Maffeo, De Simone 23, Milone 10, Della Giusta 7, Cantarelli 2, Giovara 9, Gravina, Benzo 2, Comino 2, Rosano 2, Morra n.e., D’Angeli n.e. All. Deandreis.
TORINO: Marengo 6, Chiotti 7, Russano 19, Di Matteo 7, Campanelli 15, Stola 2, Bottiglieri, Ripepi 7, Conti 3, Bianchelli n.e., Crespi, Celada n.e. All. Arioli.

Commenta
(Visited 18 times, 1 visits today)

About The Author