Vittoria di misura per l'Orlandina che batte Torino 91-92

La Betaland Capo d’Orlando espugna il PalaRuffini di Torino (91-92) dopo un match intenso, fisico e combattuto su tutti gli aspetti. Si decide tutto negli ultimi secondi quando dopo aver incassato il canestro di Wilson da sotto a 15’’ dalla fine, i ragazzi hanno mostrato sangue freddo nelle vene e con pazienza e lucidità hanno costruito il tiro da tre della vittoria. È il classe 1997 Stojanovic a dare la gioia della vittoria alla Betaland (assist Diener).

CRONACA

Fiat Torino – Betaland Capo d’Orlando 91-92 (25-12; 39-39; 68-64)
Fiat Torino: Wilson 12, Harvey 6, Wright 9, White 23, Parente, Alibegovic 11, Poeta, Washington 16, Poeta 12, Mazzola 2, Vitale ne, Crespi ne, Okeke ne. All: Vitucci.
Betaland Capo d’Orlando: Munafò ne, Tepic 3, Iannuzzi 13, Laquintana 9, Perl, Nicevic ne, Delas 2, Diener 18, Ivanovic 23, Fallo ne, Archie 15, Stojanovic 9. All: Di Carlo.

Si va avanti a strappi in avvio di gara: pronti via Archie e Ivanovic portano la Betaland sullo 0-5, ma Torino risponde con Harvey, Washington e Wilson e Torino è +3 (8-5 dopo 5′). Altro break di 0-7 per la Betaland, che va sul +4 (8-12 dopo 7′) con la schiacciata a una mano di Archie e cinque punti consecutivi di Ivanovic. La Betaland soffre in attacco negli ultimi 3 minuti del parziale, durante i quali Torino costruisce un importante break di 17-0 con Wilson e White sugli scudi a siglare il +13 che chiude il primo quarto sul 25-12. Il conteggio falli alla fine del primo quarto dice 3-11, con 12 tiri liberi realizzati da Torino, mentre Capo d’Orlando non è ancora andata al tiro dalla lunetta. La Betaland torna a segnare con Iannuzzi in avvio secondo quarto, ma Washington allunga ancora il vantaggio piemontese portandolo a 14 lunghezze (30-16 all’11’). La bomba di Diener e l’appoggio al vetro di Iannuzzi riportano la Betaland sotto la doppia cifra di svantaggio (32-24 dopo 14′). Alla tripla di Laquintana risponde Washington, ma lo stesso playmaker pugliese esce dal cappello altre due ottime azioni: penetra e appoggia in sottomano e poi serve un ottimo assist per Iannuzzi. Il fallo tecnico alla panchina torinese sposta l’inerzia in mano ai paladini: Iannuzzi realizza dai 5 metri e la bomba di Diener impatta la gara a quota 37 dopo 18’30”. Ivanovic dalla media porta avanti i suoi, ma Poeta manda le squadre negli spogliatoi sul 39 pari.

I 4 punti di fila di White in avvio terzo quarto riportano avanti Torino, ma Capo d’Orlando mette a segno un ottimo parziale di 14-0 con due triple di Diener, cinque punti di Ivanovic, l’ottima iniziativa personale di Stojanovic e Ivanovic che ruba palla e appoggia in contropiede il massimo vantaggio Betaland, +10 (43-53 dopo 23′). Torino ricuce con White e Wright fino al -5 (50-55), Diener prova a tenere a distanza i padroni di casa realizzando dall’arco, ma con Wilson e le triple di Harvey e White la Fiat mette la freccia e passa in vantaggio, andando sul +6 (66-60 dopo 29′). Con Ivanovic e Laquintana dalla lunetta e il tiro dalla media di Iannuzzi dalla media la Betaland è sotto di due alla fine del terzo quarto (68-66).

L’ultimo quarto si apre con la parità firmata da Iannuzzi a quota 68, alla tripla di Tepic risponde Poeta e White porta la Fiat sul +4 (75-71 a 7′ dalla fine). La bomba di Diener vale ancora il pareggio a quota 75, che apre il botta e risposta prolungato dall’arco tra Alibegovic e Archie. Delas in tap-in la impatta ancora a quota 86 a 3′ dalla fine. Wilson e Alibegovic dalla lunetta portano Torino sul +3, Ivanovic pareggia con la bomba dell’89-89 a 1’30” dal termine. La rimessa di Torino, con 24” sul cronometro, si chiude con Wilson che trova la fine della

retina insinuandosi nella difesa paladina a 15” dal termine (91-89 in favore dei padroni di casa). Coach Di Carlo chiama time-out per disegnare la rimessa: Diener serve Stojanovic, che mette la bomba del +1 a 3” dalla fine e la gara termina sul 91-92.

 

Commenta
(Visited 48 times, 1 visits today)

About The Author