Vittoria storica dell'ASD Luiss Roma

Parziali: 16-16; 32-41; 50-58.

 

ASD LUISS Roma: Faragalli 12, De Dominicis 1, Chiatti 12, Scuderi 2, Ramenghi 8, Marcon 15, Beretta 16, Bristot ne, Sorrentino ne, Gorrieri. All: Paccariè.

 

Azzurro Basket Napoli: Spera ne, Iannone 7, Martino 2, Serino 16, Villani 16, Berti 11, Giovanatto 3, Sabbatino ne, Fall 6, Parrillo 4. All: Di Lorenzo.

 

Vittoria straordinaria e storica dell’ASD LUISS Roma che si impone sull’Azzurro Napoli Basket con il risultato di 66-65 al termine di una partita al cardiopalma. Un ultimo quarto strepitoso quello degli universitari che dopo i primi 30’ di altissimo livello hanno dato il massimo negli ultimi dieci riuscendo a ricucire lo svantaggio di 8 lunghezze accumulato al terzo quarto (50-58) e ribaltando le sorti del match con due triple incredibili di Jack Chiatti che ha agguantato e superato Napoli a 17’’ dal termine, con i partenopei che hanno provato a pareggiare senza riuscirci e chiudendo con il canestro finale di Parrillo, ininfluente ai fini del risultato: 66-65.

 

Eccezionali la prestazione di Eugenio Beretta che ha realizzato un’incredibile doppia-doppia con 16 punti e 15 rimbalzi, seguito dai 15+5 di Marcon, dai 12+5+4 assist di Chiatti e dai 12+4 assist di Faragalli.

 

CRONACA – La LUISS con una schiacciata in contropiede di Marcon sblocca il risultato, poi Parrillo, Serino e ancora Marcon fissano il risultato sul 4-4 dopo 2’ di gioco. Serino con la prima tripla del match regala il vantaggio ai suoi (4-7), seguito dall’1/2 di Faragalli ai liberi, e dai canestri di Berti e Beretta per il 7-9 al 4°. Villani fa il pieno dalla lunetta, e sul ribaltamento di fronte Beretta si impone nel pitturato per il suo 4° punto personale: 9-11 a metà frazione. Serino porta Napoli sul +5, ma Ramenghi accorcia le distanze ben servito da Marcon: 11-14 al 7°. La LUISS dimostra di essere carica e con Capitan Faragalli e Jack Chiatti raggiunge la parità con cui si chiude la prima frazione: 16-16.

 

Il secondo quarto si apre con Villani che fa il 50% ai liberi, poi Beretta realizza ancora per il nuovo vantaggio dei luissini che costringe Coach Di Lorenzo a chiedere il primo time-out dell’incontro: 18-17 all’11°. Napoli alza l’intensità difensiva e rimette il naso avanti grazie a Martino e Villani: 18-22 al 13°. Gli universitari comunque non si lasciano intimorire e con Beretta riesce a tenersi a debita distanza (20-24) ma Berti dai 6.75mt riporta i partenopei sul +6: 20-26 al 14°. Napoli tenta l’allungo, ma i capitolini non ci stanno e con Marcon, Beretta e Scuderi, all’esordio casalingo dopo un lungo infortunio, si portano a due sole lunghezze di distanza: 26-28 a metà quarto. Iannone da un lato, Ramenghi e Chiatti dall’altro, tengono il match vivo, con Napoli avanti di un punto quando mancano 150’’ al rientro negli spogliatoi: 30-31. Gli uomini di Di Lorenzo stringono le maglie in difesa e ne approfittano per finalizzare un break di 10-2 con Villani assoluto protagonista, per il 32-41 con cui si va al riposo.

 

Danila Di Biase

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author