Voglia di riscatto per il Basket Golfo a Pistoia

Stati d´animo opposti per le due avversario di sabato al Palacarrara, Bottegone col morale alle stelle per un successo ottenuto in trasferta ad Oleggio, per di più senza l´acquisto più importante del mercato, Laudoni e con Cernivani fuori per infortunio nel quarto finale, Piombino che invece si fa sorprendere in avvio e cede contro un buon Rimini fra le mura amiche.
I pistoiesi hanno confermato in blocco l´ossatura storica del gruppo, Bongi Giannini, Rossi e Marconato, oramai da molti anni insieme al Bottegone e con loro la conferma, o forse sarebbe meglio dire l´acquisto, visto che anno passato ha giocato pochissimo per infortunio, di Fiorello Toppo.
Bongi il play si alternerà in cabina di regia con il classe 98 Taflaj, uno dei tre giocatori in doppio tesseramento fra la seria A e la B, il giocatore di origini albanesi già nella prima uscita ha giocato quasi 30´. Nella vittoria con Oleggio lasciano il segno nel tabellino il solito Rossi con 17 punti e 7 rimbalzi,già anno passato fra i migliori dei pistoiesi e il compagno di reparto Toppo , 9 rimbalzi e 13 punti, giocatore che è un lusso per la categoria, arrivato al Bottegone dopo aver riportato in serie A la sua Pistoia e dopo un anno a Barcellona in Legadue gold, , i due hanno relegato domenica al ruolo di cambio l´esperto centro Marconato.
Giannini esterno mancino con il killer istinct, gran tiratore, domenica pur in serata no , con 2 su 12 dal campo, rimedia con 15 punti 10 dei quali dalla lunetta, il debuttante Cernivani play/guardia arrivata dal mercato estivo, dopo un campionato a Spilimbergo in C, preceduto da quello di B vinto con Tortona,fa molto bene prima di fermarsi per infortunio, in tre quarti gioca 15 minuti e segna 10 punti, buoni minuti anche per l´altro giovane di provenienza Pistoia, Maspero, 11´ in campo e pochi sono invece i minuti per il quarto lungo Divac, terzo giocatore in doppio tesseramento, come detto mancava il neo arrivato, l´ala Laudoni, giocatore dai molti punti nelle mani, anno passato a Valsesia oltre 15 a partita.
Pistoia ad Oleggio prima sembra dilagare , più 21 all´intervallo lungo, poi subisce la prepotente rimonta dei novaresi, che arrivano fino al meno uno, a pochi secondi dal termine, dove Pistoia dalla lunetta non sbaglia mentre dall´altra parte Ferrari e Coviello sbagliano dalla distanza , finale 65 a 69.
Siamo solo alla seconda di campionato e anche se è prestissimo e tutto può accadere, sulla sponda gialloblù, causa lo scivolone casalingo, si è già costretti a rincorrere e dato che, in un ipotetico tabellino di marcia per assicurarsi i play/off, occorrerebbe vincere tutte le gare casalinghe, Piombino ora dovrebbe cercare di recuperare i punti persi vincendo in trasferta, gli obiettivi di breve periodo sono Bottegone e Forlì, ma visto che espugnare il Palafiera è impresa non da poco, Bottegone resta l´avversario più abbordabile per rimettersi in media, ma aldilà di tabellini di marcia e calcoli prematuri per i play/off, una vittoria servirebbe principalmente a recuperare immediatamente fiducia.
Per battere il team di coach Valerio, occorrerà giocare veramente bene, non avere passaggi a vuoto, come con i romagnoli, far tesoro e lavorare sugli errori commessi e sulle inefficienze evidenziate domenica.
La squadra ha però dimostrato un gran carattere e già questo non è poca cosa, rimontando con Rimini per due volte svantaggi importanti e arrivando a giocarsela nei secondi finali, dopo un primo quarto dove i gialloblù hanno tirato con un disastroso 17% dal campo, hanno mostrato le loro qualità offensive salendo nei restanti tre quarti al 47% da due e al 50% da tre, con Gigena e Venucci in gran vena ,43 punti in due e un Pedroni che non ha patito il debutto davanti al suo pubblico e l´impatto con i campionati senor , mostrando buone cose, ci sono quindi i presupposti per aspettarsi una squadra vogliosa di riscatto e magari aggiungendo al tutto anche un pizzico di fortuna in più, anche vincente.

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author