William Mosley è il primo straniero di Latina

William Ralph Mosley Jr. il primo straniero della stagione per la Latina Basket – LaBenacquista Assicurazioni Latina Basket è lieta di annunciare di aver siglato un accordo, per la stagione 2015-2016, con l’atleta William Ralph Mosley Jr., che farà parte del roster nerazzurro nel campionato di serie A2 Girone Ovest. E’ il primo acquisto internazionale per il club pontino, che si aggiudica un atleta dalle grandi doti agonistiche e tecniche e dotato di una capacità di elevazione eccezionale. Già nella scorsa stagione Mosley si è dimostrato un valido elemento, conquistando diversi primati, tra cui quello di miglior rimbalzista difensivo con 230 rimbalzi catturati solo nella propria area pitturata (7.7 di media in difesa 10.6 totali) miglior tiratore dal campo, con una media del 66% e miglior autore di stoppate, avendone messe a segno ben 70 (2.3 di media). Il giocatore statunitense, inoltre, si è messo in evidenza guadagnando il titolo dimiglior giocatore del mese nella categoria A2 Silver lo scorso novembre, grazie alle sue doti atletiche, che lo hanno reso protagonista in diverse gare (da sottolineare la doppia/doppia nell’incontro con Imola caratterizzata da 21 punti e 23 rimbalzi con 44 di valutazione). Will, in passato, ha già avuto modo di lavorare con coach Gramenzi, che lo ha allenato nella stagione 2013/2014 a Ferentino nella serie A2 Gold, e che conosce bene le peculiarità del giocatore nativo della Louisiana ed è per questo che lo ha voluto nella rosa dei suoi giocatori. Mosley, dal canto suo,ha confermato: «Sono molto contento di poter lavorare nuovamente con coach Gramenzi, è una delle ragioni per cui ho raggiunto l’accordo con Latina. Ho sempre avuto l’obiettivo di voler vincere un campionato italiano e lavorerò duramente per riuscire a raggiungere questo traguardo con la mia nuova squadra».

La carriera –  William Ralph Mosley Jr, nato a Shreveport in Louisiana il 22 Giugno 1989, da Linda Mosley e William Mosley sr, cestisticamente parlando è un prodotto del Northwestern State, anche se il suo avvicinamento alla palla a spicchi arriva con la maggiore età. La Louisiana predilige il football come sport nazionale e Will, fino al secondo anno di liceo,  si è cimentato proprio con il pallone ovale. Scoperto il basket, gli viene attribuito il soprannome “Old School” per via del suo coach che, fin dal primo allenamento, aveva notato i suoi movimenti da “vecchia scuola”. Tutta la sua carriera si è espressa nel college del Northwestern, il cui campus é a Natchitoches a poco più di un’ora di macchina da casa sua, iniziando nella stagione 2008/2009. Ha immediatamente conquistato il quarto posto a livello nazionale con 8,5 rimbalzi a partita e, con le sue 76 stoppate, si é classificato al 10^ posto di tutti i tempi nella Northwester State University. Nel 2009/2010 ha guidato la Conference Southland con 3,4 stoppate a partita ottenendo per le sue performance nei blocchi e nei rimbalzi lamenzione nella selezione All-Conference. Nel 2010/2011 Mosley ha aumentato le sue medie statistiche nei blocchi, nei rimbalzi e nelle stoppate, diventando il quinto bloccante più prolifico nella storia della NCAA con 456 complessive in carriera, un premio che  prima di lui hanno vinto personaggi del calibro di David Robinson, Alonzo Mourning, Shawn Bradley, Shaq e recentemente Jarvis Varnado. Esce nel 2011/2012 da Northwester State, dopo un quadriennio in crescita: 6 punti a gara nei primi due anni, 7,9 e 11,7 negli ultimi due e 30 minuti e 9 rimbalzi di media in tutta la carriera NCAA  e dopo aver subito purtroppo un terribile colpo perdendo i figli di nemmeno un anno, i gemelli Jayden e Kayden, per problemi respiratori.  A loro, William Ralph Mosley, dedicherà tutta la sua carriera. Nel 2012/2013 prende parte alla sua prima stagione da professionista approdando in Italia in casa Biancoblu Bologna (Legadue) e giocando 28 partite con una media di 30,3 minuti d’impiego e 8,5 punti. Si qualifica come quarto miglior rimbalzista del campionato (9,1 carambole a partita) e secondo miglior giocatore per valutazione complessiva. Nel 2013/2014 rimane per il secondo anno consecutivo in Italia trasferendosi al Basket Ferentino (A2 Gold) disputando 21 partite  con 9,5 punti di media, il 63,8%  sul complessivo al tiro, condito  da 6 rimbalzi  e andando 12 volte in doppia cifra: high-score contro Brescia (17 punti realizzati), ma ottime performance anche con Forlì (16) e Napoli (15). La stagione 2014/2015 lo vede nuovamente nella penisola italiana in quel di Recanati giocando da protagonista, come precedentemente evidenziato. Tra le curiosità “Will” divora film comici e d‘azione, ascolta la musica soul, blues e gospel di Johnny Taylor e ama il gioco del domino, un’autentica passione, che coltiva fin da bambino, tanto da averne scaricato un’applicazione anche sullo smartphone.

A Will va il “welcome” nel team della Latina Basket e un caloroso in bocca al lupo, per questa nuova avventura in maglia nerazzurra, da parte del Presidente Lucio Benacquista e di tutto il club latinense.

Commenta
(Visited 11 times, 1 visits today)

About The Author