Pall. Cantù, Sacchetti: "Rieti squadra interessante. Ma noi scendiamo in campo per vincere"

Appuntamento domenica 9 ottobre per la prima gara casalinga della stagione 2022/2023 dell’Acqua S.Bernardo Pallacanestro Cantù. Palla a due alle 18 sul parquet del PalaFitLine di Desio contro la Kienergia NPC Rieti di coach Gabriele Ceccarelli. Sia Cantù (70-85 con l’Urania Milano) sia Rieti (66-57 con la Ferraroni JuVi Cremona) hanno vinto al debutto nel Girone Verde di serie A2.

Ottimo inizio di stagione per i due statunitensi della NPC: Darryl Tucker (ala/centro classe ’95) e Jordan Geist (guardia del ’97). Al debutto contro i cremonesi Geist ha messo a segno 25 punti (44% da due, 50% da tre e 100% ai liberi), mentre Tucker ha firmato una “doppia doppia” da 19 punti (75% da due e 70% ai liberi) più 10 rimbalzi. Entrambi gli americani di Rieti sono alla prima stagione nel campionato italiano. Tucker, prodotto della University of West Florida, vanta esperienze in Danimarca, Serbia e Lettonia. Geist, invece, dopo essere uscito dalla University of Missouri nel 2019, ha giocato in Germania con le maglie dei Gladiators Trier e dell’Heidelberg, dove in tre anni ha sempre chiuso con una media punti in doppia cifra. Ex di turno Francesco Stefanelli, che è stato capitano a Rieti dal 2019 al 2021, ma con ogni probabilità non sarà del match, e il play Ruben Zugno, classe ’96 prodotto del vivaio canturino che ha vestito la maglia biancoblù dal 2012 al 2016.

«Stefanelli non si è allenato tutta la settimana e ha fatto lavoro individuale – spiega coach Meo Sacchetti -. La sua assenza pesa sicuramente, perché le sue qualità sono indubbie, ma abbiamo un roster lungo di dieci giocatori, quindi se non gioca qualcuno, ci sarà più spazio per altri. Durante la stagione capiteranno altri infortuni, l’importante è farsi trovare pronti. In questo momento dobbiamo pensare una partita alla volta. A Milano abbiamo fatto buone cose in difesa, ma possiamo e dobbiamo avere più continuità. Ogni tanto spegniamo ancora la luce e ci facciamo un po’ prendere dallo scoramento, il che può essere dovuto alla fatica della preparazione. Stiamo cercando di lavorare su questo aspetto, in modo da trovare reazioni incisive e con uno spirito più aggressivo».

Come valuta Rieti e cosa si aspetta dalla prima a Desio? «Loro sono una squadra molto interessante e con due stranieri di ottimo livello – sottolinea -. Noi scendiamo in campo per vincere, non ci sono dubbi. Per quanto riguarda i nostri tifosi, loro ci danno una spinta importante dagli spalti, ma non difendono e non fanno canestro, sta a noi portare sul parquet il loro entusiasmo».

Comunicato e dichiarazioni a cura di Ufficio Stampa Pallacanestro Cantù.

Commenta
(Visited 27 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.