Apu Udine, contro Verona arriva la 26.esima W stagionale (73-68)

Ventisei vittorie su 30 gare disputate: finisce con uno score da record la regular season 2021-2022 dell’Apu Old Wild West Udine. Questa sera i bianconeri, infatti, hanno battuto la corazzata Tezenis per 73-68 al termine di una partita dall’alto tenore agonistico. Un derby sul quale ha inciso notevolmente l’ottima prestazione di Federico Mussini, miglior realizzatore con 16 punti assieme ad Alessandro Cappelletti. Chiusa la prima parte della stagione, adesso si comincia a “fare sul serio”: il prossimo weekend, infatti, inizieranno i play off. L’avversario dei bianconeri ai quarti di finale verrà svelato domani, quando si concluderà la quarta giornata della Fase a orologio. Già nota, invece, la sede di Gara 1 e Gara 2: sarà il PalaCarnera che questa sera si è arricchito anche del tifo di oltre 200 piccoli tifosi delle scuole elementari di Udine.

Senza Marco Giuri, rimasto precauzionalmente a riposo per un affaticamento muscolare, coach Matteo Boniciolli schiera il quintetto formato da: Cappelletti, Lacey, Italiano, Esposito e Walters. Inizio balbettante delle due formazioni: a sbloccare la partita ci pensa Pini dopo un minuto e 21 secondi di gioco (0-2). L’Old Wild West Udine accorcia con Walters (1/2 dalla lunetta, fallo di Caroti) e passa in vantaggio con Lacey (3-2). Dopo quasi quattro minuti di gioco la formazione friulana si porta sul +6 grazie a Italiano che realizza dall’area e subisce il fallo di Anderson (1/1, 8-2). A metà periodo Walters firma il +9 (12-3) e subito dopo Lacey mette a segno la prima tripla della serata per il +10 bianconero (15-5). Anderson accorcia realizzando due triple consecutive (15-11), ma a 3 minuti e 13 secondi dalla prima sirena Antonutti riporta l’Apu sul +8 (19-11) trasformando i due liberi concessi per fallo di Candussi. Gli ospiti provano a ridurre il gap e il fallo a tempo scaduto di Ebeling su Udom consente alla Scaligera di chiudere sul -3 (1/2, 20-17). Nella prima metà del secondo periodo, la formazione di coach Alessandro Ramagli riesce a impattare con Johnson (22-22) ed è lo stesso ex Capo d’Orlando che riporta in vantaggio la Tezenis (22-24). Immediata la risposta dell’Apu che torna avanti grazie alla bomba di Cappelletti (25-24), ma a 3 minuti dall’intervallo lungo Verona si porta sul +5 grazie alla tripla di Caroti (25-30). Segna dalla distanza anche Pellegrino (28-30), ma la Tezenis chiude in vantaggio di 6 lunghezze con il libero trasformato a fine quarto da Rosselli (fallo di Italiano, 28-34).

Il terzo periodo si apre con la schiacciata di Walters (30-34), poi l’Apu annulla il distacco dopo minuti e 33 secondi di gioco grazie la tripla allo scadere dei 24 secondi di Lacey (37-37). Le due squadre lottano punto a punto: splendida l’azione che riporta avanti i friulani (41-39) con Mussini che capitalizza al meglio una palla rubata in area avversaria da Cappelletti. A metà periodo Verona torna avanti grazie alla tripla dall’angolo di Rosselli (43-45). A 3 minuti e 32 secondi dalla terza sirena, Cappelletti regala agli spettatori una delle sue magie (46-45) e un 180 secondi più tardi Mussini colpisce ancora (48-45). Anche il +5 friulano a un minuto e sedici secondi dalla fine del periodo porta la firma del numero 4 bianconero (50-45), che si ripeterà proprio allo scadere siglando il 53-45 con il quale si arriva all’ultima frazione. Nella prima metà dell’ultimo periodo Esposito firma il massimo vantaggio per l’Apu (59-47), che riesce nei primi successivi a mantenere le distanze dai gialloblu. Spettacolare, in particolare, la tripla di Mussini dopo tre minuti e 22 secondi che consente ai friulani di rimanere sul +10 (64-54). L’ex Reggiana è incontenibile: suo il canestro del +12 (66-56) a meno di 4 minuti dalla fine del match. Nel finale la Tezenis si porta sul -6 (67-61), e a un minuto dalla fine Anderson prova a riaprire la gara con una conclusione dall’arco (67-64). Ma a 18 secondi dalla fine Cappelletti mette il sigillo definitivo all’incontro trasformando i due liberi concessi per fallo di Spanghero (69-64). Anderson spaventa tutti con la tripla del -2 a 15 secondi dalla fine (69-67). Si combatte dalla lunetta: Lacey fa 0/2, Casarin 1/2, ma prima Antonutti e poi Cappelletti non falliscono e consegnano il ventiseiesimo successo (su 30 incontri totali) all’Old Wild West.

APU OLD WILD WEST UDINE – TEZENIS VERONA 73-68

(20-17, 28-34, 53-45)

APU OLD WILD WEST UDINE: Cappelletti 16 punti, Walters 11, Mussini 16, Pieri ne, Antonutti 5, Esposito 4, Nobile, Pellegrino 3, Italiano 6, Bovo, Lacey 10, Ebeling 2. All. Matteo Boniciolli.

TEZENIS VERONA: Caroti 3 punti, Casarin 3, Johnson 14, Candussi 3, Nonkovic ne, Rosselli 8, Pini 3, Anderson 15, Udom 9, Grant 5, Spanghero 5. All. Alessandro Ramagli.

Arbitri: Pierantozzi, Tirozzi, Martellosio.

Uscito per cinque falli: nessuno.

Comunicato e tabellini a cura di Ufficio Stampa Apu Udine.

Commenta
(Visited 28 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.