Anderson fredda Udine sulla sirena! Verona espugna il PalaCarnera 64-67

Gara 2 di finale è della Tezenis Verona. I gialloblù di coach Ramagli sbancano il PalaCarnera di Udine e conquistano il secondo match della serie dopo la sconfitta in Gara 1.

Una gara tiratissima, risolta solamente all’ultimo secondo con la tripla di Anderson che regala il successo ai gialloblù. Verona gioca una gara solida: scappa ma si fa recuperare e nel finale ha il sangue freddo per chiudere a proprio favore la contesa.

Ora la serie si sposta a Verona, con Gara 3 e Gara 4 in programma all’AGSM Forum venerdì e domenica alle 20:45.

Coach Ramagli conferma il quintetto schierato in Gara 1 con Spanghero, Anderson, Rosselli, Johnson e Pini.

Rosselli apre la gara trovando il primo canestro del match. I primi minuti corrono sul filo dell’equilibrio con Udine che trova il primo vantaggio con Cappelletti (4-3) dopo quasi tre minuti di gioco. Anderson fa registrare la prima tripla (4-6) e a metà parziale Johnson conferma il vantaggio mettendo a segno l’8-10. Comandano le difese e dopo l’errore di Cappelletti, Casarin e Grant costruiscono l’azione del +4 (8-12) con coach Boniciolli che chiama il primo time out della gara. Si torna in campo e in un giro di lancette Udine torna in parità con Giuri e Mussini (12-12). E’ Italiano a chiudere il primo parziale sul 15-14.

Nel secondo quarto, Udine prova a spaccare l’equilibrio dopo l’antisportivo fischiato a Casarin (17-16). Mussini mette un libero, poi Antonutti trova due punti dall’area che valgono il 20-16. Ci pensa Rosselli, subito dopo, a rimettere in corsa Verona con la tripla del -1. La reazione gialloblù continua in difesa e Udom colpisce ancora dalla lunga distanza (20-22). A Walters viene fischiato il terzo fallo, Udine e Verona continuano a faticare nella produzione offensiva e quando i gialloblù mettono 4 punti consecutivi, due liberi di Johnson e Candussi, Verona trova il +4 (22-26). Dopo il time out di Boniciolli, in casa APU pesano le palle perse di Giuri e Mussini, mentre la Tezenis colpisce con i due liberi di Johnson e la tripla di Udom (22-31).

E’ subito fiammata di Johnson ad inizio di secondo tempo (22-33). Un libero di Walters anticipa la tripla di Rosselli che fa registrare il massimo vantaggio gialloblù al Carnera (23-36). Udine riprende coraggio, ripartendo dalle triple di Antonutti e Mussini, aggiungendo i due liberi di Italiano (31-36). Verona fatica in attacco e a poco meno 7 minuti dalla chiusura del quarto, Ramagli interrompe il gioco. Anderson, da tre punti, interrompe il digiuno gialloblù (31-39) ma Udine continua a riavvicinarsi (34-39). Le due squadre sprecano possessi, Udine va a segno con Italiano (2 liberi), Verona risponde con Caroti a due minuti dallo scadere (36-41). Alla tripla di Mussini che riavvicina a -1 Udine (40-41), la Tezenis risponde dalla lunga distanza con Grant (41-44). I gialloblù costruiscono un nuovo strappo con Grant e Caroti, chiudendo il terzo quarto sul 41-49.

Il canestro di Caroti dalla lunga distanza vale un nuovo +10 per la Tezenis (43-53). L’infrazione di passi fischiata a Grant ferma il contropiede di Verona poi Udine va a segno con Antonutti e Lacey per il -6 (47-53). Verona spreca un nuovo possesso con l’errore di Anderson ma la difesa gialloblù costringe Lacey ad un tiro improbabile allo scadere dei 24’’. Il tiro di Johnson si ferma sul ferro, Pini stoppa Mussini ma a quattro minuti dal termine lo squillo di Italiano porta Udine sul 50-53. Ramagli chiama time out ma l’errore in attacco favorisce il -1 di Udine. Ad Anderson viene fischiato sfondamento e la gara va in parità (50-50) con il libero di Walters a due minuti dalla fine. Johnson buca la retina, Walters sbaglia da sotto e gli viene fischiato il 5° fallo. Il giro in lunetta di Rosselli produce un solo punto (55-58) con l’APU che accorcia subito (57-58). Rosselli si inventa l’assist per Anderson che realizza il 57-60 e a 36 secondi dal termine Cappelletti fa 2/2 dalla lunetta, così come Casarin. A tre secondi dal termine viene fischiato un fallo sul tiro da tre punti di Cappelletti, che mette tutti i liberi e pareggia (64-64). Ci pensa Anderson all’ultimo respiro, con una tripla vale il match. La Tezenis vince, finisce 64-67.

Apu Old Wild West Udine – Tezenis Verona 64-67 (15-14, 7-17, 19-18, 23-18)

Apu Old Wild West Udine: Alessandro Cappelletti 22 (5/8, 1/4), Nazzareno Italiano 10 (0/0, 2/3), Michele Antonutti 9 (2/2, 1/3), Federico Mussini 9 (2/4, 1/2), Brandon Walters 6 (2/5, 0/0), Ethan Esposito 4 (2/2, 0/0), Trevor Lacey 2 (1/5, 0/6), Marco Giuri 2 (1/1, 0/2), Vittorio Nobile 0 (0/0, 0/1), Francesco Pellegrino 0 (0/0, 0/0), Marco Pieri 0 (0/0, 0/0), Riccardo Azzano 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 19 / 28 – Rimbalzi: 33 8 + 25 (Brandon Walters 7) – Assist: 11 (Alessandro Cappelletti 7)

Tezenis Verona: Xavier Johnson 14 (5/12, 0/1), Karvel Anderson 11 (1/7, 3/9), Lorenzo Caroti 10 (2/4, 2/5), Guido Rosselli 9 (1/3, 2/4), Sasha mattias Grant 7 (2/3, 1/2), Liam Udom 6 (0/0, 2/3), Francesco Candussi 4 (1/4, 0/3), Giovanni Pini 3 (0/0, 0/0), Davide Casarin 3 (0/3, 0/0), Marco Spanghero 0 (0/0, 0/3), Nikola Nonkovic 0 (0/0, 0/0), Emmanuel Adobah 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 13 / 17 – Rimbalzi: 34 15 + 19 (Xavier Johnson 7) – Assist: 13 (Francesco Candussi 3)

Comunicato e tabellini a cura di Ufficio Stampa Scaligera Basket Verona.

Commenta
(Visited 89 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.