Action Now Monopoli, presentati Manchisi e Markovic, salutano Paparella e Zaric

Nella sempre suggestiva cornice del Legend Bar&Restaurant Tamborr, la nuova Action Now! Monopoli ha presentato due dei giocatori che rafforzeranno il roster in vista della stagione 2019/2020.

Coach Piero Millina potrà contare sulle prestazioni di Ljubisa Markovic e Tommaso Manchisi, due autentici top players per la categoria, che andranno ad innestarsi su un telaio in verità già piuttosto robusto. L’obiettivo di ripetere (e se possibile migliorare) i risultati delle ultime due ottime stagioni passerà sicuramente anche attraverso l’inserimento di questi due atleti, entrambi apparsi carichi e motivati.
Nell’aprire la conferenza stampa la società, nelle parole del dirigente Angelo Barnaba, ha tributato un affettuoso e caloroso saluto a due dei grandi protagonisti della scorsa stagione che, per motivi legati al regolamento (sono tesserabili solo due atleti che non abbiano conseguito la formazione italiana e saranno Bosnjak e Markovic), non faranno parte del roster per la prossima stagione sportiva. In particolare, è stato ricordato il prezioso contributo del play argentino Paparella, probabilmente uno dei più forti che siano mai passati per Monopoli nella lunga storia del basket locale. A Zaric, in considerazione della giovane età, è stato formulato l’auspicio di una carriera all’altezza dei suoi strepitosi mezzi tecnici ed atletici.
Tommy Manchisi, visibilmente emozionato, si è detto felice di “tornare a casa”, nella società che lo ha formato e con la quale ha vissuto una lunga serie di esperienze sportive. Ha detto di conoscere ormai benissimo le insidie del campionato di Serie C, nel quale anche quest’anno vi saranno squadre molto attrezzate per puntare alla vittoria finale. Tuttavia, Tommaso non ha nascosto di essere tornato per provare a riportare Monopoli in Serie B ed ha affermato che la differenza potranno farla l’attaccamento alla maglia dei tanti monopolitani che comporranno il team e la mentalità vincente che il gruppo potrà riuscire a maturare.
Ljubisa Markovic ha innanzitutto ricordato di aver trascorso due bellissime stagioni a Vieste con la sua famiglia e salutato con gratitudine la società ed i tifosi viestani. Ha detto di aver accettato con entusiasmo l’offerta di Monopoli perché aveva bisogno di nuovi stimoli e di un progetto ambizioso. Si è detto entusiasta della città, che ha già avuto modo di conoscere ed apprezzare nella sua pur breve permanenza.

In definitiva due innesti di grande spessore per un roster già ambizioso, che adesso andrà completato con un playmaker. Lavoro per lo staff tecnico, che sembra aver già individuato il profilo più adeguato e potrebbe raggiungere il relativo accordo già nei prossimi giorni.

Commenta
(Visited 107 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.