Agrigento schianta Rieti. Catalani esulta: "Siamo stati perfetti"

“Era una finale e ci si aspettava una partita combattuta senza nessun favorito, ma vedere la Fortitudo Agrigento sopra di 20 punti a fine partita era difficile da ipotizzare, vedere un terzo parziale di 32-13 era molto difficile da immaginare, con ben cinque giocatori in doppia cifra, il 70% di punti segnati da due e il 46 da tre e il 100% di tiri liberi. La Fortitudo Agrigento più bella della stagione schianta Rieti 89-69 e fa sua Gara 1. La storia insegna che festeggiare ora non serve a nulla e Rieti ha dimostrato durante tutta la stagione di avere un potenziale enorme, per molti data favorita su Agrigento. La partita di oggi è solamente un piccolo passo verso il grande obiettivo e coach Catalani tiene altissima l’attenzione dei suoi ragazzi: “Sono stati perfetti stasera, hanno fatto una partita di sacrificio, l’abbiamo vinta da dietro difendendo bene e l’apporto di tutti è stato importante. Voglio ringraziare il pubblico perché oggi è stato meraviglioso e ci ha spinto dall’inizio alla fine”. Un Palamoncada così pieno non si vedeva da tre anni, quasi 2000 persone festanti e molte cose sono cambiate da allora ma la passione di sempre sembra essere ritrovata e martedì si prevede un altro pienone. Il top scorer del match è Alessandro Grande con 18 punti, seguito da un ritrovato Cosimo Costi con 17 punti, Morici 14, Ambrosin 14 e Chiarastella 10, per lui anche 9 rimbalzi e 6 assist, ennesima partita straordinaria di questa stagione. Grande ovazione anche per il ritorno di Alessandro Piazza ad Agrigento, accolto con un lungo applauso dal suo ex pubblico, l’emozione sicuramente si è fatta sentire ed ha messo a segno solamente 5 punti. Prima del match c’è stato anche lo scambio di maglia tra Albano Chiarastella e il capitano dell’Akragas Alfonso Cipolla, anche lui vittorioso nell’andata della finale playoff poche ore prima. Una giornata di festa per Agrigento che da appuntamento a Gara 2 martedì alle 20:30 al Palamoncada.

Moncada Energy Agrigento – Real Sebastiani Rieti 89-69 (15-17, 29-20, 32-13, 13-19)
Moncada Energy Agrigento: Alessandro Grande 18 (0/0, 4/7), Cosimo Costi 17 (2/3, 2/3), Nicolas Morici 15 (3/4, 3/5), Lorenzo Ambrosin 14 (2/3, 1/7), Albano Chiarastella 10 (2/3, 2/2), Santiago Bruno 5 (0/0, 1/2), Mait Peterson 4 (2/3, 0/0), Andrea Lo biondo 4 (2/3, 0/2), Giuseppe Cuffaro 2 (1/1, 0/0), Umberto Indelicato 0 (0/0, 0/0), Luca Bellavia 0 (0/0, 0/0), Sadio soumalia Traore 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 22 / 22 – Rimbalzi: 26 4 + 22 (Albano Chiarastella 9) – Assist: 14 (Albano Chiarastella 6)
Real Sebastiani Rieti: Mario jose Ghersetti 12 (3/6, 2/4), Marco Contento 11 (1/3, 3/8), Marco Maganza 11 (5/6, 0/0), Klaudio Ndoja 9 (2/2, 1/2), Federico Loschi 8 (1/2, 2/5), Nicolas manuel Stanic 8 (1/3, 2/5), Alessandro Piazza 5 (1/3, 1/1), Zdravko Okiljevic 3 (0/0, 1/2), Omar Dieng 2 (1/3, 0/2), Lorenzo Piccin 0 (0/0, 0/2)
Tiri liberi: 3 / 3 – Rimbalzi: 20 5 + 15 (Mario jose Ghersetti, Zdravko Okiljevic 4) – Assist: 11 (Mario jose Ghersetti, Nicolas manuel Stanic, Alessandro Piazza 2)”.

Fonte: ufficio stampa Fortitudo Agrigento

Commenta
(Visited 58 times, 1 visits today)

About The Author

Enrico Pecci Classe ’96, proveniente da quel favoloso luogo chiamato Marche (provare per credere), studente di Scienze della Comunicazione ed appassionato di calcio quanto di basket. Collaboratore per nba24.it e tuttobasket.net, sognando un futuro in cui scrivere di sport, basket e calcio in particolare, sia un lavoro oltre che una passione. Appassionato di basket sin dai primi passi mossi nel parquet dal Re, King LeBron James. #IPromise.