Alpo Basket, coach Soave sugli aiuti decisi dalla FIP: "Primo punto di una lenta ripartenza"

All’indomani del Consiglio Federale, tenutosi ieri in videoconferenza, il coach dell’Ecodent Point Mep Alpo Nicola Soave ha commentato la decisione che le società maschili e femminili non dovranno sostenere spese di affiliazione, iscrizione ai campionati, tassa sull’abbinamento, tassa gara allenatori e tesseramento giovanili: «Mi sembra un’ottima notizia – afferma il tecnico veronese – La FIP ha reperito all’interno del proprio bilancio la somma di 4 milioni di euro da ripartire tra le società che potranno così “respirare” in vista della prossima stagione 2020/2021. Molte di esse usciranno con le ossa rotte da questa crisi dovuta al Covid 19, tante sponsorizzazioni spariranno e questo provvedimento potrebbe essere il primo punto di una lenta ripartenza».
Nello specifico, l’Alpo Basket riuscirà a confermare il roster attuale? «Dobbiamo attendere che questo “tsunami” si attenui, prima di poter dire qualcosa. I conti li faremo quando avremo risposte dagli sponsor: ad oggi non possiamo dire, né fare nulla… certo è che ci piacerebbe andare avanti con queste ragazze». Dando un’occhiata alla A2, ritieni che saranno tante le società che metteranno mano al proprio roster? «Dipende da come usciranno da questa crisi: poche società in questo momento riescono a fare programmi molto in là nel tempo. C’è tanta incertezza, adesso parlare di roster o di giocatrici che vanno e vengono, mi sembra alquanto prematuro».
Parliamo allora di come potrebbe iniziare la prossima stagione, cioè con la possibile disputa della Coppa Italia di A1 e A2: «Mi sembra una buona idea, anche se ovviamente le squadre non saranno le stesse che hanno ottenuto la qualificazione. A mio parere però sarebbe un segnale importante da parte del basket femminile per iniziare la stagione».
Per chiudere: che campionato stavate disputando? «Posso dire che stavamo disputando l’ennesima stagione positiva, nonostante i tanti cambiamenti fatti nell’estate scorsa. Nelle ultime partite prima dello stop eravamo cresciuti sia dal punto di vista tecnico che fisico e sarebbe stato bello giocarla fino in fondo questa stagione, ma purtroppo non è stato così».

Fonte: pagina Facebook Alpobasket ’99

Commenta
(Visited 97 times, 1 visits today)

About The Author

Enrico Pecci Classe ’96, proveniente da quel favoloso luogo chiamato Marche (provare per credere), studente di Scienze della Comunicazione ed appassionato di calcio quanto di basket. Collaboratore per nba24.it e tuttobasket.net, sognando un futuro in cui scrivere di sport, basket e calcio in particolare, sia un lavoro oltre che una passione. Appassionato di basket sin dai primi passi mossi nel parquet dal Re, King LeBron James. #IPromise.