L'Assemblea di Lega si rivolge ancora al Governo: "Rivedere il limite di capienza al 35% nei palazzetti"

L’Assemblea della Lega Basket, che si è riunita oggi (ieri, ndr) in video conferenza, ha ribadito la linea già espressa in più occasioni in merito alla richiesta al Governo di rivedere il limite di capienza del 35% attualmente previsto per i palasport, confermando la assoluta necessità di giungere prima possibile ad una apertura totale degli impianti al chiuso per i possessori del Green Pass.

Il perdurare di queste limitazioni, associato al progressivo aumento delle vaccinazioni e dell’estensione dell’obbligo del Green Pass a un numero sempre maggiore di settori della vita del paese, continuerebbe a veicolare un messaggio sbagliato sulla efficacia di questi strumenti per il definitivo superamento della emergenza sanitaria.

I club di Serie A si rendono conto di come nell’agenda del paese esistano al momento altre importanti priorità, a partire dall’apertura delle scuole già la prossima settimana, che non consentono di affrontare con la necessaria attenzione il problema della limitata capienza dei palasport e delle gravi conseguenze causate dal suo perdurare che mettono a serio  rischio la sopravvivenza delle stesse società. Ciononostante, la Lega Basket proseguirà nella sua quotidiana interazione con il Governo e le Istituzioni,sportive e non,  con l’obiettivo di ottenere, nel tempo, la completa riapertura degli impianti, anche attraverso un percorso graduale, alla luce di quanto già avviene in altri paesi europei.

I club si sono riservati di rivalutare la situazione prossimamente, nella attesa di auspicati provvedimenti che il Governo potrebbe assumere, continuando al contempo a sottolineare come il mantenimento delle attuali restrizioni di capienza renda oltremodo problematico l’inizio del campionato.

 

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Lega Basket.

Commenta
(Visited 20 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.