Assigeco Piacenza, coach Rossi: "Giocare una semifinale playoff è sempre stimolante"

«Sono queste le sfide più belle».

Stefano Salieri ritocca gli ultimi dettagli, tecnici e motivazionali, del piano di approccio alla semifinale playoff, tabellone “Argento”, che l’Assigeco si prepara a disputare con la Givova Scafati guidata dal coach Alessandro Rossi, prima incontrastata del girone “Rosso”, con le prime due puntate “on the road” sul parquet del “PalaMangano”.

La prima questa sera e la seconda lunedì (palla a due alle 20.45) per poi spostare sicuramente la sfida giovedì prossimo al “PalaBanca”, con diretta tv sulle piattaforme Mediasport Group. Si gioca sempre al meglio delle cinque partite, l’eventuale allungamento della serie dipende dai risultati.

Il gruppo rossoblu ha viaggiato ieri in treno arrivando in serata all’hotel Costa di Pompei, il quartier generale del club lodigiano in questo lungo week end agonistico. «Giocare una semifinale playoff è sempre stimolante e bellissimo – confida il coach bolognese, esordiente nella posta season di A2, come l’Assigeco -. Abbiamo vinto nove delle ultime undici partite e i miei ragazzi sono fantastici per applicazione, voglia e spirito di sacrificio. Trasmettono energia e carica. Questo è un passaggio chiave e fortissimo nella loro crescita. Confrontarsi con i migliori ti fa alzare il livello. Personalmente sono molto carico. Andiamo a Scafati per vincere: questa deve essere la nostra mentalità. Desideriamo la finale».

Stefano Salieri stimola a dovere i suoi ragazzi in vista di un impegno molto difficile. Scafati è un club con grande tradizione ad alto livello che si miscela alla forza di un roster fisicamente importante, molto atletico deciso a tenere alto il ritmo e l’aggressività difensiva. I rossoblu sono sempre senza Luca Cesana: Lorenzo Galmarini e Lorenzo Querci sono controllati dallo staff medico per la gestione dei loro problemi rispettivamente al tendine e all’adduttore. Scafati ha liquidato 3-0 Casale Monferrato nei quarti ed è imbattuta in casa nella stagione. «Questo sarà per noi un grande stimolo ad alzare ulteriormente il nostro livello di gioco e disputare una grande serie – dice Stefano Salieri -. Non è assolutamente semplice, ma ci siamo preparati molto bene, con grande attenzione e concentrazione. L’Assigeco è meritatamente approdata alla semifinale playoff e siamo tutti molto determinati a dare il meglio di noi stessi per provare a passare il turno. Andiamo a Scafati con in testa il solo obiettivo di puntare alla vittoria. Su questo punto sono stato molto chiaro nel parlare alla squadra e ho visto i ragazzi carichi e pronti ad un ulteriore passo in avanti nel processo di crescita».

L’Assigeco può fare leva sugli effetti positivi del successo ottenuto nella serie dei quarti con Ferrara grazie a delle ottime prove di squadra alimentate dalla micidiale precisione di Gabe DeVoe sotto la spinta di Gherardo Sabatini in regia, le giocate sotto canestro di Tommaso Guariglia e “Dada” Pascolo, le graffiate difensive di Simone Bellan e Lorenzo Galmarini e le iniezioni di vitalità di Nema Gajic e Lorenzo Querci. Kohs, arrivato alla viglia dei playoff aiuta l’Assigeco a spostare il limite dei propri desideri. «Raggiungere la finale è un sogno – chiosa il coach rossoblu -. Ma credere alla bellezza dei sogni aiuta ad essere migliori».

Sito Ufficiale LNP

Commenta
(Visited 26 times, 1 visits today)

About The Author