Sidigas Avellino, Vucinic: "A Venezia memori di quanto successe nel match d'andata"

La Sidigas Avellino sta preparando la trasferta del Taliercio, casa della Reyer Venezia. Un match d’alta classifica, contro una squadra, quella di Walter De Raffaele, reduce dal colpaccio al Forum di Milano contro la capolista Olimpia, e che precede in classifica gli irpini di 4 lunghezze.

Così coach Vucinic presenta il match contro i Lagunari: “Andiamo a Venezia con impresso cosa successe nel match d’andata, quando accusammo la loro potenza e la loro forza. Adesso crediamo di essere più squadra rispetto ad allora e domenica sarà una buona occasione per provarlo“.

Spero sempre che un giorno riusciremo ad avere stabilità in termini di roster. Gli infortuni sono una costante di tutte le squadre, in tutte le stagioni, ma noi crediamo di averne sofferto troppo quest’anno” – prosegue il coach serbo – “Se quello che si dice è vero, cioè che ‘ciò che non ti uccide ti fortifica’, allora faremo in modo di arrivare ai playoff nella miglior condizione e forma possibile“.

Siamo tutti concentrati su questa parte di stagione e siamo tutti sulla stessa lunghezza d’onda. Speriamo solo di recuperare il prima possibile i giocatori infortunati” – continua Vucinic – “A tal proposito, è improbabile che Filloy possa essere del match domenica. Ndiaye invece accusa un problema alla schiena, ma queste cose possono migliorare in tempi brevi, quindi c’è una chance di vederlo in campo contro Venezia“.

La cosa che ci rincuora di più è che Nichols sta migliorando e ieri ha svolto una piccola parte dell’allenamento con la squadra; si sente fiducioso sul suo recupero e speriamo che possa riaggregarsi appieno a partire dalla prossima settimana” – conclude Vucinic – “Non dobbiamo dimenticarci che sono più di due mesi che non gioca e che non corre. Perciò bisogna avere pazienza e dargli il tempo di tornare ai suoi livelli“.

Commenta
(Visited 65 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.