Bakery Piacenza attesa in casa Urania Milano

A meno di 24 ore dall’esordio ufficiale della Bakery in campionato, che si terrà domenica 3 Ottobre ore 18:00, presso il palazzetto di casa dell’Urania Milano, l’Allianz Cloud, coach Federico Campanella e il Capitano Marco Perin analizzano le sensazioni e l’aria che si respira in casa biancorossa.

Federico, inizia finalmente il nuovo campionato, che cosa significa, per un allenatore, passare di categoria e giocarsi per la prima volta il campionato in A2?

“E’ un turbinio di emozioni, ho fatto tanta gavetta per arrivare a questi livelli e ancora non mi sono ben reso conto di quanto fatto la scorsa stagione; rimango umile e sicuramente sarà un anno di studio per me, continuando a imparare.”

Quali sono le impressioni, dopo la pre-season sulla squadra che dovrai guidare in questa nuova avventura?

“Le prime impressioni sono positive, i ragazzi hanno etica e spirito di sacrificio. Il 50% dei risultati di una stagione si costruisce in estate, è infatti fondamentale scegliere prima la persona e solo dopo il giocatore; sono questi i fattori che ci aiuteranno nei momenti di difficoltà che arriveranno durante la stagione.”

Marchio di fabbrica tuo e della Bakery, nella squadra anche quest’anno ci sono anche diversi giovani e tu avrai il difficile compito di farli crescere a livello tecnico e personale. Pensi che potranno dare il loro contributo?

“Per me è stimolante allenare i giovani e vederli prendere il volo; l’ambiente Bakery è ideale per lavorare in serenità ma sta sempre a loro volersi migliorare e crescere.
Domenica arriva il primo impegno stagionale sul campo dell’Urania . Che tipo di partita sarà?

“La sfida con Milano, così come le altre durante l’anno, sarà molto difficile. Prevedo una partita di sofferenza e dovremo esser bravi a far segnare un punto in meno ai nostri avversari. Sono una squadra veramente ben costruita, presenti in questa categoria da anni e con alcuni innesti di assoluto valore ma sicuramente il desiderio è quello di bagnare l’esordio in A2 con una bella vittoria. Colgo l’occasione per ringraziare i numerosi tifosi che seguiranno la squadra, ricordando quanto ci sono mancati nell’anno passato.”

Parola successivamente al capitano Marco Perin:

 

Sei stato uno dei fautori di questa grande promozione. Come ci si sente ad essere il capitano di questa nuova squadra in questa nuova categoria?

“Sono davvero molto grato di questo compito, nonché determinato nel dimostrare la forza e l’ambizione di questo gruppo. Mi impegnerò ad essere il primo ad alzare l’asticella ed essere una fonte di positività per i miei compagni.”

 

Nell’organico ci sono anche due giocatori americani. Si stanno integrando bene all’interno del gruppo?

“Si sono integrati fin da subito senza alcuna difficoltà, agevolati anche dalla facilità con cui parlano l’italiano. Nik ed Anthony non si isolano ma anzi fanno gruppo; come detto prima dal coach, prima vengono gli uomini e poi i giocatori e loro fanno sicuramente la loro parte partecipando all’attività in campo e fuori.

Come vedi questo inizio di campionato e quale sarà la chiave per portare a casa questi difficili due punti?

“Sarà sicuramente una partita difficile, sappiamo che è una squadra rodata e che gioca insieme da anni; il nostro obiettivo sarà scendere in campo incisivi fin da subito, con l’obiettivo di portare a casa la vittoria finale. La prima di campionato è sempre una partita difficile da prevedere ma da parte nostra non mancheranno carica e determinazione.”

Commenta
(Visited 18 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.