Basket Bergamo, la Supercoppa si chiude con il derby contro Treviglio

Si chiude al PalaAgnelli l’avventura in Supercoppa della Withu Bergamo, che nella terza giornata del girone Giallo affronta, nel primo derby ufficiale stagionale, la BCC Treviglio. Per gli uomini di Calvani c’è la volontà di rialzarsi dopo le sconfitte contro Urania Milano ed Assigeco Piacenza, che hanno precluso la possibilità di passaggio del turno; dall’altra parte anche Treviglio si lecca le ferite, dopo il -27 patito in casa dei Wildcats milanesi. Un risultato che – di fatto – mette fuori dalla corsa alle Final Eight pure i biancoblu di Cagnardi. Si tratta quindi di una gara “libera” dall’ossessione dei due punti, ma sicuramente importante – per tanti motivi – quando mancano 3 settimane all’inizio del campionato.

Treviglio scioglierà all’ultimo la riserva su JJ Frazier, il folletto americano fermo da quasi ormai tre settimane: in sua assenza largo a Taddeo in cabina di regia, con Pepe e Reati sugli esterni, mentre sotto canestro largo al collaudato duo Nikolic-Borra. Dalla panchina le prime opzioni sono il playmaker scuola Oxygen Bassano Bogliardi, l’ala Sarto ed il lungo D’Almeida. Possibili minuti in campo anche per Manenti, altro lungo cresciuto nel settore giovanile di Treviglio, chiude il roster il classe 2002 Abati Touré.

Coach Calvani inquadra la sfida: “Ciò che avevo chiesto la scorsa settimana ha avuto una non-risposta: a Piacenza abbiamo fatto una sorta di copia-incolla rispetto alla gara interna contro Urania. Sono in attesa di vedere quanto siamo riusciti ad inserire nel nostro motore negli ultimi 6 gironi, per comprendere quello che non è andato bene. Il risultato per noi non conta – dal punto di vista della qualificazione – ma dobbiamo giocare per fare la miglior prestazione possibile.”

Palla a due sabato 24 ottobre 2020 alle ore 18.00 presso il PalaAgnelli di Bergamo. Diretta prevista su LNP TV per gli abbonati a LNP TV PASS.

Commenta
(Visited 35 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.