Basket Bergamo, sconfitta di misura a Latina

Bergamo accarezza il successo esterno in casa di Latina, uscendo sconfitta di stretta misura dal PalaBianchini per 66-64.

Una gara dai due volti per gli uomini di Calvani, che disputano un primo tempo sotto tono, lasciando ai pontini il pallino del gioco (42-25 a metà partita), ed un secondo tempo fatto di intensità difensiva e voglia di rimontare il passivo. Sotto anche di 19 punti, Bergamo recupera fino al -1, e con Lautier-Ogunleye ha il tiro della vittoria, ma questa volta la fortuna non aiuta i gialloneri. Latina vince grazie alla prestazione da 20 punti di Musso e ad un primo tempo in cui asfissia letteralmente Bergamo, salvo poi complicarsi la vita dal terzo quarto in poi.

Per i gialloneri, che dovranno ripartire da quanto messo in campo dopo l’intervallo, c’è una nuova trasferta nel turno infrasettimanale: Bozzetto e compagni faranno visita alla Novipiù Casale Monferrato nella 5^ giornata di Serie A2 Old Wild West (palla a due mercoledì 30 ottobre alle ore 20.30 al PalaFerraris). Latina parte subito col piglio giusto: Musso ed Ancellotti sono già in partita, e danno ai padroni di casa il primo allungo (11-6 al 5′). Bergamo si perde in troppi errori e in mancanza di intensità, viene tenuta a galla da Carroll, Zugno ed i liberi di Lautier-Ogunleye (l’inglese chiuderà con un perfetto 12/12), ma cade a -11 alla fine del primo quarto (24-13 al 10′). Latina non cala la sua spinta offensiva, e a turno colpiscono Pepper, Bolpin e McGaughey (33-17 al 13′), Bergamo è un pugile alle corde e Calvani cerca tutti i quintetti possibili per cercare di arginare i pontini. C’è poca partita, Latina tocca il +19 con Ancellotti, prima degli ultimi squilli di Carroll e Parravicini che fissano il 42-25 all’intervallo lungo.

Dal 20′ in poi la musica cambia. Bergamo è un’altra squadra, solida in difesa e più disciplinata in attacco, e non a caso il divario si accorcia. Latina comunque sembra ancora in controllo, ma Bergamo piazza un parziale di 013 impreziosito dalla tripla di Carroll che vale il -2 e rimette in partita i gialloneri (47-45 al 27′). Latina ritrova l’abbrivio affidandosi ai suoi califfi, ed è Musso che sigla sei punti consecutivi a fine periodo a dare respiro ai padroni di casa (57-52 al 30′). Bergamo sa di potersela giocare fino in fondo, Calvani si affida alla zona che paga alti dividendi in difesa ed i suoi ragazzi rispondono presente: Zugno scrive il -3 con un gioco da tre punti (60-57 al 33′), Bozzetto replica alla tripla di Bolpin dopo una sequenza di errori da ambo le parti, e Carroll – con meno di un minuto da giocare – mette il 65-64. Latina non chiude il match perché si impigrisce troppo, LautierOgunleye ha il pallone della vittoria, ma il suo tiro a 3″ dalla sirena non trova il fondo della retina. Musso la chiude dalla lunetta, e non c’è tempo per l’ultima preghiera. Al PalaBianchini finisce 66-64 in favore della Benacquista Latina.

Benacquista Latina-Bergamo 66-64 (24-13, 42-25, 57-52)

Benacquista Latina: Cassese 2 (1/1, 0/1), Pepper 9 (3/7, 1/4), Musso 20 (4/6, 2/7), Raucci 3 (1/2), Ancellotti 8 (4/11); McGaughey 8 (3/3, 0/5), Romeo 4 (2/5, 0/1), Di Pizzo (0/2), Bolpin 12 (3/5, 2/4), Di Prospero n.e.. All. Gramenzi

Bergamo: Marra 9 (3/7, 1/2), Lautier-Ogunleye 19 (2/6, 1/4), Carroll 14 (4/8, 2/3), Costi 6 (2/4), Bozzetto 5 (0/3, 1/3); Allodi (0/2), Parravicini 4 (2/2, 0/2), Zugno 7 (3/5, 0/2), Dieng, Crimeni n.e.. All. Calvani

Tiri liberi: Benacquista Latina 9/13, Bergamo 17/17
Rimbalzi: Benacquista Latina 37 (Pepper, McGaughey 7), Bergamo 33 (Costi 7)
Assist: Benacquista Latina 12 (Musso 3), Bergamo 10 (Zugno 3) Usciti per 5 falli: nessuno
Spettatori: 800

Commenta
(Visited 123 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.