Basket Corato, contro Altamura per sfatare il tabù del PalaPiccinni

Domenica 28 novembre l'Adriatica Industriale Basket Corato torna in campo per la quinta giornata di Serie C Gold, avversaria di turno Libertas Altamura.

I neroverdi non vincevano le prime quattro di campionato dall’anno di grazia 2016/2017, anno della promozione dalla D alla C Silver e non sono intenzionati a fermarsi.
Di fronte però una squadra, la Libertas Altamura, che negli ultimi anni, specie tra le mura del Pala Piccinni ha dato ben poche soddisfazioni alla squadra coratina. Se in casa, Adriatica Industriale ha avuto la meglio di Altamura nelle ultime quattro partite, in trasferta i neroverdi sono capitolati nelle ultime due, non riuscendo mai ad imporre il proprio gioco su un terreno difficile, per mancanza di punti di riferimento e superficie differente dalle altre. Per centrare la quinta vittoria consecutiva dunque, la squadra allenata da Coach Verile deve giocare la partita perfetta, consapevole di avere dalla sua parte un gruppo eccezionale e una forma invidiabile.

QUI CORATO: Dopo aver vinto le prime tre partite di campionato avendo quasi sempre il muso avanti, nello scorso match contro Castellaneta i neroverdi si sono ritrovati per la prima volta a dover inseguire all’intervallo. Oltre ad una grande forza dei singoli e del gruppo, la squadra ha dimostrato anche una grande capacità di saper gestire le avversità e sovvertirle a suon di canestri, tra l’altro contro un avversario di rango. Ouandie per la prima volta dall’inizio del campionato esce dalla top 3, ma resta per distacco il miglior marcatore del team con 19,8 punti a partita. Gli altri tre in doppia cifra di media sono Lutterman, Messina e la novità capitan Stella, che dopo l’exploit contro Castellaneta raggiunge gli 11 di media. Con Idiaru ancora in dubbio, toccherà ancora ai giovani neroverdi portare fieno in cascina per la causa e continuare a mantenere la testa di un campionato davvero combattuto.

QUI ALTAMURA: La squadra allenata da coach Miriello nell’ultima uscita stagionale è incappata nella prima sconfitta in campionato, sul difficile campo del Mesagne, al termine di un match punto a punto. Nonostante la mancata vittoria, la squadra biancorossa resta tra le più attrezzate del torneo e ha dalla sua la riconferma di buona parte del roster dello scorso anno, a partire da Bojkovic, uno degli stranieri più interessanti della passata stagione, passando per la guardia tiratrice Gaudiano, l’ala piccola Clemente (13.5 PPG) o il lungo classe 1999 Casareale, che si avvicenda sotto le plance con l’ex Manfredonia Vorzillo (11 PPG). Un nuovo acquisto dell’ultimo minuto e un ritorno importante sono i due colpacci di Altamura per la categoria: la guardia ruvese classe 1997 Peppe Ippedico, 24 anni ma già con un’esperienza invidiabile anche in cadetteria e soprattutto il play ex NMC Vincenzo De Bartolo, che con 18 punti ad allacciata di scarpe è il miglior marcatore altamurano.

Una squadra dunque completa in ogni reparto, lunga e già oleata quella che Corato affronterà domenica. Ma l’opportunità di guardare tutti dall’alto per un’altra settimana è troppo ghiotta e l’Adriatica Industriale venderà cara la pelle.

Commenta
(Visited 21 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.