Bologna Basket 2016, ufficiali le firme di Simone Conti e di Iheb Ben Salem

Conti, 21 anni, l’anno scorso al Castel Guelfo, è una combo guard realizzatrice capace di alzare i ritmi della squadra, mentre Salem, classe 2001, proveniente da Busto Arsizio, coprirà il ruolo di ala, dove spicca per le sue doti di atletismo e di solidità difensiva

Il Bologna Basket 2016 continua nel suo processo di rafforzamento del roster per il prossimo campionato di C Gold con l’arrivo di due giocatori di grande spessore sportivo ed agonistico, il playmaker Simone Conti e l’ala Iheb Ben Salem.

SIMONE CONTI – Nato a Bologna il 23 ottobre 2000, proviene da una famiglia di cestisti (suo padre è stato giocatore ed allenatore ed è fratello di Alberto che giocò nel BB2016 nel 2020-21). È una guardia capace di trattare la palla e con grandi doti realizzative, come ha dimostrato nella sua ultima stagione a Castel Guelfo, in C Silver, dove ha trascinato i gialloblu alla promozione. In 26 partite ha infatti segnato 576 punti, con una media di oltre 22, una migliore prestazione di 40 e alcune volte oltre i 30 punti. Alto 1,83 per 77 kg, ha nel pick’n roll e nell’arresto e tiro le sua carte vincenti, cui aggiunge talento e buona personalità.

Conti ha cominciato nelle giovanili d’eccellenza con la Virtus e il Pontevecchio Bologna, dove nell’ultimo anno aveva già mostrato ottime statistiche in punti, assist e palle recuperate. Nel 2018 è stato in roster nella Kleb Ferrara in A2, per poi trasferirsi nel

2019 nel Basket Cecina, in serie B, e poco prima del lockdown alla Libertas Livorno, in C Silver. Il campionato seguente lo aveva iniziato in C Gold a Modena, terminando però l’annata sportiva a Budrio in D per la mancata iscrizione della squadra della Ghirlandina al campionato. Infine il trasferimento a Castel Guelfo e adesso l’arrivo a Bologna.

Sono particolarmente contento di essere un giocatore del BB2016 – afferma Conti – perché c’è un progetto serio, ambizioso e proiettato nel futuro che mi ha completamente convinto. Mi sono trovato subito in sintonia col presidente Guerri e anche mio fratello mi ha rassicurato sulla dedizione e l’impegno della società. Sono sicuro che possiamo fare molto bene, il gruppo è forte e non vedo l’ora di cominciare”.

Conti si sta laureando in Scienze motorie per poi operare presumibilmente nel settore del personal training, appoggiato in questo suo percorso lavorativo dalla società.

IHEB BEN SALEM – Nato il 14 maggio 2001 ad Anzio (Roma), italiano di origini tunisine, Iheb è atleta solido e muscolare (1.96 m per 98 kg). Viene da una buona stagione a Busto Arsizio, in C Gold Lombardia, dove ha dato il suo prezioso apporto ad una squadra che a fine campionato ha conseguito la promozione in serie B, segnando quasi 7 punti di media in 36 partite, con una migliore prestazione di 16 punti.

Nella stagione 2021/22 Salem ha invece militato, sempre in serie B, nel Green Basket Palermo, con quasi 4 punti di media in 19 partite e un “best of” di 19 punti. In precedenza aveva svolto la sua attività sportiva nel Lazio, come under 18 nella HSC Roma, poi nell’Anzio Basket e nella NBT Latina.

Sono molto soddisfatto di questa scelta, perché Bologna è al top come livello cestistico in Italia ed è una grande vetrina – spiega Iheb – Poi qui trovo coach Lunghini che conosco bene e con il quale ho un ottimo rapporto. Sono un agonista ed in campo do sempre tutto al 100%. Posso adattarmi a marcare lunghi o piccoli senza problemi e la mia specialità è il rimbalzo offensivo”.

Salem è conosciuto inoltre per essere un ragazzo con un ottimo carattere e capace di fare spogliatoio.

A Simone ed Iheb il Bologna Basket dà un caloroso benvenuto ed un “in bocca al lupo” per la loro nuova avventura.

Comunicato, dichiarazioni e foto a cura di Luca Regazzi, Ufficio Stampa BB 2016.

Commenta
(Visited 53 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.