Bernareggio cade per la nona volta in dieci gare contro la corazzata Bergamo

BERNAREGGIO –  Un altro giro a vuoto. Il nono in dieci gare. Per la Lissone Interni Bernareggio continua a essere notte fonda. Quartieri e compagni, al “PalaReds”, sono infatti incappati in una sconfitta per 93-82 contro l’ambiziosa Withu Bergamo Basket desiderosa di riconquistare quanto prima la serie A2 da cui è discesa lo scorso campionato. Gli orobici hanno tenuto le redini della gara già dal primo quarto alzandosi in quota di sette punti, divario a favore mantenuto anche all’intervallo lungo. Poi, nei rimanenti due quarti, hanno aumentato le incollature di vantaggio e Bernareggio, pur mettendoci il cuore, non è riuscita a rimettere in discussione l’esito del match.

 

PRIMO QUARTO – Dopo dieci secondi Gatti alza Bernareggio in quota con una tripla, Dell’Agnello risponde però subito. Savoldelli porta gli orobici al sorpasso ma Gatti, con la sua seconda tripla di fila, risponde subito: 6-4. La partita scorre in avvio sui binari dell’equilibrio, lo stesso Gatti, molto determinato, sale subito a quota due falli e coach Cassinerio lo toglie momentaneamente dalla mischia. L’ex Chieti Sodero porta Bergamo in parità a quota sei.  Di Meco, ricevendo la sfera da Cappelletti, rispinge Bernareggio in quota, subito controbattuto da una tripla di Savoldelli. La sfida non vuole sapere di avere un dominus assoluto, Almansi con una tripla ripristina la parità a quota undici.  Il batti e ribatti continua, Anaekwe affonda la lama, Sodero fa lo stesso dalla parte opposta. Con una serie di tiri liberi a bersaglio e una tripla di Savoldelli Bergamo prova la prima minifuga sul 20-13 a favore a meno di due minuti al termine del quarto. Bernareggio non se la dà per inteso e ripiomba fino a meno tre ma Bedini risponde subito con un canestro contestato dai brianzoli per una sua presunta infrazione di passi. Dell’Agnello sospinge Bergamo sul 24-17 con sette punti di vantaggio al termine  del primo quarto con Anaekwe che fallisce il riavvicinamento.

 

SECONDO QUARTO –  Si riprende a segnare dopo due minuti di gioco con Dell’Agnello che mette a segno due tiri liberi, Quartieri prova a riavvicinare la Lissone Interni su assist di Cappelletti, Bergamo si riporta sul più otto e Anaekwe riduce di nuovo il fossato. Dopo un canestro del bergamasco Isotta Quartieri sigla il meno sei: 24-30 dopo tre minuti e mezzo di gioco. Negri manda a segno due tiri liberi dalla linea della carità, Bernareggio, però, con un fulmineo 5-0 riassottiglia di nuovo il divario. Coach Cagnardi chiama il timeout per rifletterci su vedendo il riavvicinarsi dei Reds. Negri, dalla lunetta, porta il vantaggio bergamasco a più nove, Anaekwe dimostra il suo ottimo momento di forma riportando Bernareggio sul meno cinque con altrettanti punti. Bergamo si rimette in fuga con una tripla di Savoldelli dall’angolo, Marra sigla il controcanto del meno sette brianzolo: 38-45 a trentacinque secondi dall’intervallo. Gli orobici vanno all’intervallo lungo avanti per 47-40.

 

TERZO QUARTO – Quartieri sigla il meno cinque dei Reds, Anaekwe rimette in discussione la partita firmando il meno tre. Savoldelli riporta Bergamo in fuga, Cappelletti risponde subito con una tripla fallendo però il libero supplementare per avere subito fallo. Bergamo cerca di seminare i padroni di casa che però non si lasciano dare la polvere. A poco più di metà quarto i punti di ritardo della squadra di Cassinerio sono due soltanto: 56-58. Bedini e Sodero riportano però Bergamo ad alta quota sul più otto, Quartieri replica con due tiri liberi su due dalla linea della carità. Gli orobici, però, scappano di nuovo e chiudono il penultimo quarto in vantaggio per 74-60.

 

ULTIMO QUARTO –  Bomba di Cappelletti e Bernareggio mostra di essere ancora in partita, l’ex Treviglio Manenti però sospinge Bergamo sul più tredici. Anaekwe incappa nel quinto fallo e deve lasciare il parquet anzitempo. Sodero sigla il più quindici dalla lunetta e Cassinerio  raduna i suoi in unità volendo rifletterci su come cercare almeno di limitare i danni. Una tripla di Negri alla ripresa non cambia il tema della partita, chi invece prova a invertire il copione è Gatti con un fulmineo 4-0.  Savoldelli infila due liberi, Di Meco risponde con una tripla. Gli orobici riescono a mantenere il fossato a loro favore con Manenti che dalla lunetta è implacabile, Savoldelli dimostra che Bergamo ha tutta l’intenzione di chiudere la pratica al più presto. Quartieri e Almansi portano Bernareggio sul meno undici, Abba colpisce con uno su due dalla lunetta ma l’ex Chieti Sodero tiene Bergamo sul più dodici. Si segna principalmente dalla lunetta con le due compagini che si sono spese molto, Pirola porta un po’ di massa a Bernareggio ma ormai è tardi e Bergamo la porta a casa con il punteggio di 93-82. Sugli scudi, per Bergamo, Ihedioha in doppia doppia per doppia cifra di punti realizzati e rimbalzi.

 

TABELLINO

 

LISSONE INTERNI BERNAREGGIO: Quartieri 19, Cappelletti 12, Anaekwe 12, Abba 10, Almansi 7, Marra 5, Di Meco 4, Pirola 2, Doneda, Issa, Lanzi. Coach: Matteo Cassinerio.

 

Tiri liberi: 12 su 20, rimbalzi 39 (Di Meco 10), assist 16 (Quartieri, Cappelletti 6).

 

WITHU BERGAMO BASKET: Ihedioha 20, Sodero 19, Savoldelli 17, Negri 16, Dell’Agnello 10, Bedini 5, Manenti 4, Isotta 2, Dembele, Piccinni, Ambrosio, Cagliani. Coach: Devis Cagnardi.

 

Tiri liberi: 27 su 33, rimbalzi  32 (Ihedioha 11), assist 20 (Ihedioha, Savoldelli 6).

 

ARBITRI

 

Mattia Curreli di Assemini (CA) e Riccardo Mulas di Quartu Sant’Elena (CA).

 

 

Cristiano Comelli

Commenta
(Visited 24 times, 1 visits today)

About The Author

Cristiano Comelli Sono nato a Milano il 12 gennaio 1970 e mi occupo di giornalismo da circa vent'anni sia di cronaca sia di sport. Ho cominciato con il quotidiano locale "La Prealpina" scrivendo di calcio e ciclismo, poi, sempre per il calcio, ho avviato una collaborazione con il quotidiano "Il Giorno" che dura tuttora. MIisono poi avvicinato al mondo del basket attraverso le collaborazioni con alcune testate on line ed eccomi qua, pronto a vivere la magia del basket insieme con gli amici di Tuttobasket.