Bernareggio capitola per la sesta volta in sette gare sul parquet di San Vendemiano

SAN VENDEMIANO –  Un Daniele Quartieri tuttofare non è bastato. La Lissone Interni Bernareggio sbanda per la sesta volta in sette gare sul parquet della Rucker San Vendemiano con il punteggio di 58-74. La partita non è praticamente mai stata in discussione con il roster di coach Marco Mian ad avere in pugno la gara fin dall’inizio. Bernareggio è apparsa con le polveri bagnate affidandosi praticamente al solo talento realizzativo di Quartieri con Di Meco, Almansi e Anaekwe in ombra rispetto ai loro standard abituali. La Lissone Interni prosegue quindi il suo campionato versione odissea.

 

PRIMO QUARTO – Dopo dieci secondi San Vendemiano si alza in quota con una tripla di Verri. Si segna pochissimo e regna l’imprecisione da ambo le parti. Per vedere il primo canestro di Bernareggio occorre aspettare tre minuti e mezzo con Quartieri che si prende anche il libero aggiuntivo e lo mette a segno. San Vendemiano, però, prende subito il largo con Verri e con un tiro libero di Giacchè , una tripla di Almansi riavvicina gli ospiti: 11-6 a metà quarto. Bernareggio prova a rimettere in discussione il risultato con l’ex Tezenis Verona Colussa dalla lunetta ma Nicoli e Azzaro spingono San Vendemiano a più nove. Coach Cassinerio vuole ragionarci su vedendo i padroni di casa prendere la fuga e chiama il timeout. Un tapin di Di Meco prova a riavvicinare Bernareggio. San Vendemiano sembra però averne di più e, grazie soprattutto alla buona vena di gatto, si porta in vantaggio massimo ovvero sul 21-10 al 7’. Di Meco e Almansi  subiscono fallo e, dalla linea della carità, svolgono a dovere il loro compitino. Ancora Di Meco riavvicina Bernareggio sul meno cinque con un parziale dei brianzoli di 6-0. La Rucker, però, si scuote subito con due tiri liberi di Azzaro cui risponde una bomba di Doneda. Il primo quarto recita 23-19 per i padroni di casa.

 

SECONDO QUARTO – Giacchè fa restare San Vendemiano in mare aperto con una tripla, Cappelletti replica con un tiro libero su tre a segno. Giacchè, però, sembra molto ispirato dall’arco e mette a segno la seconda tripla di quarto, Verri manda San Vendemiano in doppia cifra di vantaggio. Nicoli allarga il vantaggio dei veneti, Cassinerio chiama nuovamente il timeout per un conciliabolo con i suoi sul punteggio di 33-21 per San Vendemiano. Gatto si scatena dalla linea della carità e i veneti, dopo la ripresa, volano sul più diciassette. Bernareggio continua a un pungere e così i locali, all’8’, sono avanti per 40-26. Una tripla di Nicoli allarga nuovamente il fossato, Doneda risponde ma San Vendemiano arriva all’intervallo lungo con un’autostrada di vantaggio: 42-28.

 

TERZO QUARTO – Una tripla di Quartieri fa capire che la Lissone Interni è ancora in partita. Verri, però, risponde con la stessa moneta per due volte di fila portando il suo score a quindici punti. Quartieri prova a far restare Bernareggio in corsa con la sua seconda tripla di quarto ma ancora una volta Giacchè intona subito il controcanto con la stessa modalità realizzativa. Bernareggio , entrata in campo con altro piglio rispetto ai due precedenti quarti, prova a rifarsi sotto ma San Vendemiano non si lascia avvicinare. Due triple di Azzaro e Verri spingono i padroni di casa sul più ventuno: 57-36 a metà quarto. La terza tripla di Quartieri nel terzo quarto è subito controbilanciata da quella di Nicoli. Ancora Quartieri colpisce ma Azzaro replica immediatamente. Al club dei realizzatori, per la Rucker, si iscrive anche l’ex di turno Baldini, Bernareggio è sostenuta dal solo Quartieri e al penultimo quarto i padroni di casa conducono per 65-42. Le sorti della partita sembrano ormai segnate.

 

ULTIMO QUARTO – Quartieri si conferma mago delle triple portando il suo score personale a venti punti. Baldini, pescato da Vedovato, da sottocanestro replica come sa mettendone poi uno su due dalla lunetta per un antisportivo subito da Cappelletti. Cassinerio chiama il timeout cercando almeno di limitare il passivo sul 68-45 a metà tempo. La Rucker accusa un po’ di stanchezza ma la Lissone Interni non ne sa approfittare. Mian schiera nella parte finale del match i giovani Ballaben e Guazzetti. Doneda e due tiri liberi di Beretta cercano di rendere meno amaro il passivo di Bernareggio. Cappelletti deve lasciare anzitempo il pitturato per cinque falli, Beretta con una tripla e Pirola da sottocanestro, nel finale, colpiscono ma San Vendemiano alla fine la porta a casa con il punteggio di 74-58.

 

TABELLINO

 

RUCKER BELCORVO SAN VENDEMIANO:  Verri 18, Giacchè 16, Nicoli 12, Gatto 10, Azzaro 7, Baldini 6, Zocca 3, Vedovato 2, Borsetto, Ballaben, Guazzotti. Coach: Marco Mian.

 

Tiri liberi: 18 su 25, rimbalzi 32 (Gatto 9), assist 15 (Giacchè 4).

 

LISSONE INTERNI BERNAREGGIO: Quartieri 20, Di Meco 8, Doneda 7, Beretta 7, Almansi 6, Anaekwe 5, Colussa 2, Pirola 2, Cappelletti 1, Marra, Adamu. Coach: Matteo Cassinerio.

Tiri liberi: 13 su 17, rimbalzi 28 (Anaekwe 9), assist 9 (Cappelletti 4).

 

ARBITRI

 

Denny Lillo di Brindisi e Francesco Anselmi di Ruvo di Puglia (BA)

 

Cristiano Comelli

Commenta
(Visited 18 times, 1 visits today)

About The Author

Cristiano Comelli Sono nato a Milano il 12 gennaio 1970 e mi occupo di giornalismo da circa vent'anni sia di cronaca sia di sport. Ho cominciato con il quotidiano locale "La Prealpina" scrivendo di calcio e ciclismo, poi, sempre per il calcio, ho avviato una collaborazione con il quotidiano "Il Giorno" che dura tuttora. MIisono poi avvicinato al mondo del basket attraverso le collaborazioni con alcune testate on line ed eccomi qua, pronto a vivere la magia del basket insieme con gli amici di Tuttobasket.